Il salone.SRI raddoppia: due giornate a Milano e sbarco a Roma

A
A
A
di Redazione 28 Giugno 2022 | 10:05

Dopo il grande successo della VI edizione, nel 2022 il salone.SRI – il primo evento in Italia dedicato esclusivamente alla finanza sostenibile – raddoppia e vede un ulteriore ampliamento delle ricerche che saranno presentate nel corso dell’appuntamento, che lo scorso anno ha visto la partecipazione di 36 Asset Manager, oltre 50 relatori e 900 visitatori unici (inclusi quelli digitali) durante la tradizionale unica giornata di lavori.

ET.Group – The ESG knowledge company, la compagine che controlla le testate ETicaNews ed ESG Business Review e che ha ideato il salone.SRI, ha deciso di portare da una a due le date che animeranno il Palazzo delle Stelline di Milano il 14 e 15 novembre prossimi (quest’anno l’evento si svolgerà in presenza senza la diretta streaming e tutte le conferenze saranno registrate). La giornata del 14 novembre, su invito, sarà dedicata a due conferenze di altissimo profilo, che vedranno la partecipazione di rappresentanti di BCE e Banca d’Italia, e si chiuderà con la cerimonia di consegna degli SRI Awards: nel 2022 i premi assegnati saranno 8, di cui 7 destinati a strumenti finanziari e 1 a premiare l’Asset Manager più aderente ai criteri ESG. L’appuntamento del 15 novembre si svolgerà invece nel format abituale. 

Non solo: oltre al doppio incontro meneghino, nel 2022 il salone.SRI sbarcherà anche a Roma. Il 21 ottobre si terrà infatti presso la sede capitolina dell’Università Cattolica – partner dell’iniziativa – un meeting che coinvolgerà investitori istituzionali, asset manager e docenti del Master in Finanza Sostenibile di ALTIS – Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica. Le due tavole rotonde previste si focalizzeranno sul ruolo in termini di sostenibilità degli investitori istituzionali e dei fondi pensione. 

Tradizionalmente occasione per presentare analisi su temi di frontiera nell’ambito della consulenza finanziaria, dell’investimento istituzionale, del private markets e della ricerca ESG, l’edizione 2022 del salone.SRI vedrà un ulteriore passo avanti su questo fronte, con lo sviluppo di una survey unica nel suo genere per profondità di analisi e numero di attori coinvolti, l’ESG Identity Asset Manager Assessment (ESG.IAMA). La ricerca, basata su dati la cui raccolta è in fase di lancio e i cui risultati verranno presentati durante l’evento, coinvolgerà tutte le principali case di gestione internazionali impegnate sul fronte degli investimenti responsabili (circa 110 Asset Manager), a cui saranno sottoposte un centinaio di domande, tutte a risposta chiusa, che andranno a indagare l’identità ESG dei gestori sui diversi livelli: corporate; gestione; processo di investimento; offerta; compliance. Ogni risposta avrà un punteggio predeterminato e, in tal modo, la survey produrrà un risultato quantitativo che indicherà il grado di ESG Identity raggiunto dal soggetto. ESG.IAMA è stata sviluppata utilizzando come base scientifica i dettami dei principali framework internazionali, ai quali è stata affiancata l’expertise proprietaria e distintiva di ET.Group – The ESG knowledge company.

Luca Testoni, fondatore del Salone.SRI, ha commentato: “Ancor più nell’attuale fase di crisi geopolitica ed economica, occorre essere consapevoli che la strada verso la sostenibilità è ormai davvero l’unica percorribile. Questo vale a tutti i livelli e il mondo finanziario ha un ruolo di traino, anche culturale: ecco perché un appuntamento come il salone.SRI, nel 2022 potenziato sia sul fronte del calendario sia sul fronte dell’attività di ricerca, diventa ancora più importante per valutare a che punto si trova il settore della finanza sul fronte Esg. Questa crescita di conoscenza e consapevolezza è la vera arma per combattere il greenwashing, il nemico numero uno in questa delicata fase di transizione”. 

Il gruppo dei partner istituzionali del progetto salone.SRI comprende: AIFI, AIPB, ANASF; Assofondipensione; Assoprevidenza; CFA SOCIETY ITALY; EFPA; Forum per la Finanza Sostenibile.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti