Banche, Credit Suisse: tagli per 200 mln di franchi entro il 2023

A
A
A
di Redazione 29 Giugno 2022 | 09:29

Credit Suisse procederà a una drastica riduzione dei costi: 200 milioni di franchi entro il 2023 e 400 a medio termine. Lo ha fatto sapere la banca stessa in un documento pubblicato in occasione della giornata degli investitori. L’istituto prosegue poi anche la trasformazione digitale, per garantire una “organizzazione robusta, evolutiva e agile”, come riportato dal sito web della Rsi.

Colpita dai problemi legati al fondo speculativo Archegos e alla liquidazione dei fondi Greensill, Credit Suisse ha chiuso il 2021 in rosso e l’esercizio in corso che è iniziato allo stesso modo. A tutto questo si aggiungono diverse controversie legali.

In quesco scenario, la seconda banca svizzera ha ribadito ancora una volta che il 2022 sarà un “anno di transizione”, rivedrà la propria strategia in materia di gestione del rischio, compliance, tecnologia e operazioni, oltre che di gestione patrimoniale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti