Azimut, prosegue l’impegno per l’economia reale

A
A
A
di Redazione 30 Giugno 2022 | 10:15

Pubblichiamo di seguito un post su LinkedIn di Paolo Martini, ad e dg di Azimut Holding, dedicato alle recenti iniziative di Azimut nell’ambito del sostegno all’economia reale.

Prosegue l’impegno di #Azimut a sostegno dell’#economiareale come illustrato in questo nuovo appuntamento dove incontriamo nuove, straordinarie, storie imprenditoriali.
 
Un percorso con il quale vogliamo dare nuova energia al futuro, come dimostra la recente partecipazione al secondo aumento di capitale di newcleo, startup che si occupa di tecnologia nucleare guidata dal fisico Stefano Buono. Newcleo nasce nel settembre 2021 con l’obiettivo di rispondere alla sempre più urgente necessità di energia pulita e sostenibile. L’aumento di capitale è volto a sviluppare reattori nucleari di quarta generazione che contribuiscano a eliminare la dipendenza dai combustibili fossili riutilizzando le scorie inquinanti per produrre altra energia.
 
Attraverso la piattaforma fintech #AzimutDirect, specializzata in strumenti di #finanzaalternativa, e con la collaborazione della nostra rete di consulenti finanziari abbiamo giocato un ruolo importante nell’operazione di prestito in #directlending da 5 milioni a favore di Sailpost S.p.a., società che opera nel settore delle spedizioni e secondo operatore postale in Italia. Nata come Citypost oltre 20 anni fa, nel tempo ha sviluppato un network distributivo in grado di rispondere alle diverse esigenze dei clienti. Grazie a questo finanziamento la società sosterrà il programma di crescita con un focus particolare sulla componente di R&D.
 
Nel venture capitale, tramite il fondo #AZELTIFALIcrowd, primo ELTIF che opera anche attraverso il crowdfunding, abbiamo investito in Blowhammer, brand di abbigliamento nativo digitale con una produzione just-in-time. I capitali raccolti da Blowhammer consentiranno di potenziare la parte di R&D al fine di migliorare il sistema di produzione comprimendo i tempi da 48/72 ore a 24, ridurre le emissioni di acqua e CO2 del 50% e aprire 13 eco-flagship store sempre secondo i valori di inclusività e sostenibilità con cui è nato il brand.

Considerando queste ultime tre operazioni, salgono a oltre 320 le imprese in Italia e nel mondo supportate concretamente attraverso il progetto Azimut Libera Impresa. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti