Carige, il tribunale non scioglie ancora il nodo cda

A
A
A
di Redazione 10 Agosto 2022 | 10:09

Il Tribunale di Genova non scioglie la riserva circa il ricorso di Malacalza Investimenti, a fronte del quale il giudice ha sospeso l’esecuzione delle delibere assunte dall’assemblea dei soci di Carige di metà giugno, stoppando sia la nomina del nuovo cda della banca designato da Bper (che sta acquisendo l’istituto di credito genovese), sia la rinuncia all’azione di responsabilità nei confronti degli ex vertici della stessa Carige.

Come riporta Il Sole 24 Ore, la questione è arrivata in udienza di fronte al giudice Paolo Gibelli, che si è riservato di decidere sul ricorso presentato da Malacalza. Una volta che le pati avranno presentato le rispettive conclusioni, Gibelli potrà esaminare tutto ed esprimere finalmente un verdetto.

La decisione che verrà presa sarà comunque reclamabile. Le parti, infatti, potranno chiedere l’intervento di un
collegio di tre giudici della stessa sezione del Tribunale per riesaminare la questione e prendere una nuova decisione. A quel punto la delibera sarà inappellabile fino alla sentenza di merito, dopo la quale potrà essere fatto appello ed un eventuale ricorso in Cassazione, ovviamente con tempi molto lunghi.
La sospensione delle delibere assembleari da parte del Tribunale di Genova, il 25 luglio, non ha consentito al cda di Carige di approvare i risultati del secondo trimestre dell’anno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti