Banca Widiba: innovazione e relazione

A
A
A
di Andrea Telara 17 Agosto 2022 | 10:15

Innovazione e relazione. È il binomio di fattori su cui punta la rete dei consulenti finanziari di Banca Widiba. BLUERATING ne ha parlato in questa intervista con Nicola Viscanti, head of advisors della banca.

Per i mercati finanziari è un momento delicato, visto lo scenario geopolitico che ci circonda. Come sta andando il 2022 per Banca Widiba?
In questo 2022 così complesso, che si è aperto con avvenimenti che hanno causato una forte instabilità dei mercati, abbiamo fin da subito scelto di affiancare i nostri clienti con ancora più attenzione, continuando a condividere insieme a loro soluzioni e strategie per il perseguimento degli obiettivi di investimento. Lo abbiamo fatto grazie alla rete di consulenti finanziari presenti su tutto il territorio: il nostro modello di business si basa infatti non solo sull’innovazione, che da sempre ci caratterizza, ma anche sulla relazione, un nostro pilastro fondamentale. Sicuramente per il 2022 punteremo a superare i risultati del 2021, migliorando costantemente le nostre performance per quel che riguarda raccolta e masse. Per quanto concerne il reclutamento, che per noi rimane di centrale importanza, miriamo all’inserimento di almeno quaranta professionisti in più rispetto al 2021. Infine, anche per il futuro, resterà centrale nella nostra strategia la spinta verso l’educazione finanziaria, che continueremo a promuovere per favorire la consapevolezza nella gestione dei risparmi delle persone.

Quali sono le professionalità su cui la vostra rete vuole puntare?
In questo momento, ci stiamo concentrando in particolare su due categorie di professionisti, ovvero gli ex bancari interessati al settore della consulenza finanziaria e figure giovani, che posseggano le competenze adeguate a intraprendere il percorso lavorativo e abbiano voglia di crescere professionalmente. Il nostro obiettivo è quello di dare spazio a nuovi talenti e di favorire il passaggio generazionale. Accanto a tali figure, siamo sempre alla ricerca di professionisti di esperienza, che possano arricchire la nostra rete con le proprie competenze, dando un apporto significativo alla crescita della banca.

Il vostro modello di offerta continua a puntare sull’architettura aperta. Perché questa scelta?
L’architettura aperta è un modello che ci contraddistingue sin dalla nostra nascita; crediamo sia un sistema ottimale perché consente ai consulenti di scegliere in libertà gli investimenti e i prodotti finanziari di altre società di gestione, così da evitare conflitti di interesse e proporre al cliente le soluzioni migliori sul mercato. In quest’ottica, nell’ultimo periodo abbiamo siglato importanti accordi con Algebris Investments e Candriam, oltre ad aver rafforzato la partnership con J.P. Morgan AM, contribuendo ad aumentare la gamma di prodotti e a incrementare l’impegno verso un approccio di investimento sempre più responsabile. Inoltre, Banca Widiba si avvale di partnership con primarie società di consulenza nazionali per i servizi di advisory fiscale, tributaria e patrimoniale, che mettono a disposizione dei nostri professionisti migliaia di prodotti.

Sono ormai diversi anni che avete puntato sul modello di consulenza WISE, basato sul connubio tra tecnologia e relazione umana cliente-consulente. Possiamo tirare un bilancio?
Nel 2016 abbiamo lanciato WISE, una piattaforma innovativa e all’avanguardia certificata da un ente terzo e completa di robo-for[1]advisor, con lo scopo di aiutare il consulente nel suo ciclo di lavoro. In questo modo, i nostri professionisti vengono supportati in diversi ambiti: dalla profilazione del cliente alla costruzione dei portafogli, dall’esecuzione automatica degli ordini al monitoraggio costante nel tempo. La piattaforma, che è integrata con tutti gli strumenti gestionali e ha un’interfaccia intuitiva e completa, è stata implementata recentemente con tool di analisi del patrimonio non finanziario che consentono ai consulenti finanziari di eseguire profilazioni precise, prendendo in considerazione anche la sfera immobiliare, l’ambito aziendale, la pianificazione successoria e la previdenza. Se guardiamo ai risultati, possiamo dire che la piattaforma WISE è uno strumento essenziale non solo per semplificare i processi e contribuire al miglioramento dell’esperienza bancaria, ma anche per erogare quel servizio di advisory globale che caratterizza Banca Widiba. Sicuramente continueremo ad apportare innovazioni in questo ambito, per rispondere a tutta la sfera dei bisogni dei nostri clienti.

Widiba è l’unica banca-rete che in Italia ha scelto di puntare sulla consulenza certificata. Perché e con quali risultati?
I nostri consulenti finanziari per certificarsi devono superare un impegnativo percorso di formazione e un esame finale, sostenuto di fronte ad un ente esterno, che sancisce le competenze del professionista secondo lo standard UNI ISO 22222. Il motivo alla base di questa scelta è quello di creare valore per il cliente, potendo garantire così un elevato livello qualitativo. Inoltre, la formazione è sempre stata centrale nei nostri piani. Per ogni singolo consulente finanziario, Banca Widiba mette infatti a disposizione oltre sessanta ore di formazione all’anno tramite diversi programmi. A ulteriore conferma dell’interesse di Banca Widiba verso la certificazione dei propri consulenti, proprio l’anno scorso è stata inaugurata l’Accademia delle Competenze, un percorso ad hoc che si concentra sia sull’acquisizione di hard skill da parte dei giovani consulenti, sia sulle soft skill da parte di tutti i nuovi ingressi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti