Consob, gli investimenti al tempo dell’intelligenza artificiale

A
A
A
di Redazione 18 Agosto 2022 | 10:26

Come saranno gli investimenti al tempo dell’intelligenza artificiale? A domandarselo è la Consob in un quaderno intitolato “L’intelligenza artificiale (IA) nell’asset e wealth management”, a cura di un gruppo capitanato da Nadia Linciano.

A riportare dello studio è Il Sole 24 Ore, e l’analisi tiene conto di tutti i passaggi da effettuarsi prima dell’investimento vero e proprio, come l’uso dei big data, di strumenti marketing e della gestione del rischio, che può trarre notevoli benefici dall’uso di sistemi IA, sopratutto per rischi di mercato e credito.

Una marea di possibilità, quindi, ma naturalmente non esente da errori. Anche l’intelligenza artificiale è infatti soggetta a bias (errori comportamentali) come quello che riguarda la cosiddetta discriminazione involontaria, dovuta alla scarsa qualità dei dati.

In tutto ciò, però, un punto fondamentale resta la tutela dei risparmiatori, a discapito di un settore che si evolve tropo velocemente per i regolatori. Lo studio pone questione interessanti sulla responsabilità dell’intermediario rispetto a investimenti rispetto ai quali vengono utilizzati strumenti di IA. Un passaggio centrale, raccomandato dal quaderno Consob, è la governance dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale come uno strumento essenziale per gli intermediari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti