Risparmi scomparsi e investimenti fantasma: presunto consulente nei guai

A
A
A
di Redazione 7 Settembre 2022 | 09:00

Risparmi scomparsi, investimenti fantasma per quasi 200mila euro, false documentazioni bancarie e tanto altro. E questo il quadro emerso dalle indagini coordinate dalla Procura di Benevento e affidate alla Guardia di Finanza di Montesarchio, che su denuncia di numerose persone truffate in Valle Caudina, in provincia di Avellino, ha chiesto e ottenuto dal Gip del tribunale sannita la misura cautelare di interdizione per un anno dall’attività di consulente finanziario dell’indagato.

A riportare la notizia è l’Ansa. Il provvedimento è stato emesso nell’interesse di un istituto di credito che opera in Valle Caudina. Le indagini hanno preso il via dopo varie denunce presentate da diversi clienti del presunto consulente (non è infatti possibile verificare la sua iscrizione all’Albo Ocf), i quali lamentavano ammanchi di ingenti somme di denaro dai propri conti correnti per investimenti finanziari in realtà mai avvenuti. Al termine delle indagini, le Fiamme Gialle – si legge in una nota della Procura – hanno ricostruito “un univoco e chiaro quadro indiziario dal quale è emerso che il promotore finanziario, negli anni dal 2016 al 2020, si sarebbe impossessato di ingenti somme di denaro (132.350 euro oggetto di truffe contestate e 55.470 euro per furti contestati) consegnategli dai suoi clienti che, a loro volta, gli avevano affidato i propri risparmi a fronte di allettanti prospettive di rendimento”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti