Credem, un passo in avanti per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro

A
A
A
di Redazione 29 Settembre 2022 | 10:15

Credem, tra i principali gruppi bancari italiani e tra i più solidi a livello europeo, ha aderito alla Carta sulle Pari Opportunità e l’Uguaglianza sul Lavoro, una dichiarazione di intenti sottoscritta volontariamente dalle imprese, che ha l’obiettivo di favorire la sempre maggiore diffusione di politiche aziendali inclusive, libere da discriminazioni e pregiudizi, capaci di valorizzare i talenti in tutta la loro diversità. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Sodalitas, organizzazione attiva in Italia nella promozione della Responsabilità Sociale d’Impresa. 

Il Gruppo Credem, mediante la sottoscrizione della carta, intende contribuire alla lotta contro ogni forma di discriminazione sul luogo di lavoro, sia essa di genere, età, disabilità, etnia, fede religiosa, orientamento sessuale. A ciò si aggiunge l’impegno a valorizzare le diversità all’interno dell’organizzazione aziendale attraverso la definizione e l’attuazione di politiche di pari opportunità, partendo dai vertici aziendali, il monitoraggio e la valutazione dell’impatto e la sempre maggiore diffusione di strumenti di garanzia per le persone del Gruppo.

“Garantire pari opportunità sul luogo di lavoro significa valorizzare con azioni tangibili e misurabili le diversità individuali in azienda”, commenta Lucio Igino Zanon di Valgiurata, Presidente di Credem. “Stiamo investendo molto su queste politiche”, ha aggiunto Zanon, “e cominciamo a toccare con mano i primi risultati: il Consiglio di Amministrazione ha raggiunto la completa parità di genere e consolidiamo risultati similari anche a livello di assunzioni.  Continueremo a lavorare per favorire il radicamento di una cultura aziendale inclusiva e per fare in modo che possa esprimersi in molteplici forme a tutti i livelli dell’organizzazione”, ha concluso Zanon.

“La sottoscrizione della Carta si inserisce in una politica più ampia di valorizzazione delle diversità che stiamo portando avanti con determinazione e attraverso diversi strumenti, tra cui le certificazioni Equal Salary e Top Employer, per favorire una cultura aziendale aperta e inclusiva”, ha commentato Andrea Bassi, Direttore del Personale Credem. “Per dare concretezza alla sottoscrizione abbiamo deciso di affidare il monitoraggio e l’implementazione delle attività correlate ai 120 Diversity Coach del Gruppo che condivideranno la misurazione delle performance D&I e utilizzeranno i claim etici della Carta per monitorare, stimolare e  valorizzare  il pluralismo e le pratiche inclusive in Credem”.

La Carta per le Pari Opportunità e l’Uguaglianza sul Lavoro è stata lanciata in Italia nel 2009 per guidare le imprese, mediante azioni concrete, nella creazione, diffusione e consolidamento di una cultura azienda e di politiche inclusive, con lo scopo di mettere in luce le diversità del popolo aziendale. La Commissione Europea ha riconosciuto il ruolo delle Carte della Diversità nel contribuire concretamente a combattere la discriminazione sul luogo di lavoro e a promuovere l’equità, istituendo nel 2010 la Piattaforma Europea delle Diversity Charter, che si riunisce periodicamente per favorire lo scambio di buone pratiche tra le organizzazioni promotrici e sviluppare iniziative sinergiche.

Il Gruppo Credem, tra i principali istituti bancari italiani e tra i più solidi d’Europa, è quotato alla Borsa Italiana ed ha un total business a fine giugno 2022, tra raccolta complessiva e prestiti, pari ad oltre 130 miliardi di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti