Allianz e la Fondazione Allianz UMANA MENTE promuovono lo sport come strumento di inclusione sociale

A
A
A
di Redazione 6 Dicembre 2022 | 14:14

Venerdì 2 dicembre e lunedì 5 dicembre, Allianz e la Fondazione Allianz UMANA MENTE hanno organizzato l’Allianz Italy Disability Day, due giorni di eventi e momenti di formazione dedicati ai dipendenti di Allianz per celebrare la Giornata internazionale delle persone con disabilità, promuovendo la pratica sportiva come mezzo privilegiato di inclusione sociale.

 La celebrazione della Giornata internazionale è iniziata il 2 dicembre con un incontro del Network Allianz Beyond, una community che raccoglie tutte le società del Gruppo a livello mondiale, aperta a tutte le colleghe e i colleghi, in cui condividere idee, esperienze e conoscenze sulle diverse forme di disabilità, con lo scopo di promuovere l’inclusione nell’ambiente lavorativo. Obiettivo del Network è creare un ambiente di lavoro libero da barriere, dove i dipendenti con disabilità possano sviluppare le proprie competenze e accedere senza limitazione ai diversi percorsi di carriera disponibili. Il Network è stato creato per rafforzare il tradizionale impegno di Allianz a lavorare per rimuovere pregiudizi e tabù di ogni genere, e favorire l’inclusione delle disabilità all’interno del luogo di lavoro, massimizzando l’accessibilità a tutti i servizi e mettendo a disposizione formazione e informazione al riguardo.

 La giornata è proseguita dando spazio all’impegno della Fondazione Allianz UMANA MENTE che, dalla sua creazione nel 2001, ha come obiettivo prioritario il finanziamento e la realizzazione di progetti sociali per migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità e favorirne la partecipazione sociale. I progetti della Fondazione spaziano da iniziative volte a favorire l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità, all’agricoltura sociale e alle vacanze accessibili fino allo sport inclusivo.

 Negli anni, la Fondazione Allianz UMANA MENTE ha finanziato numerosi progetti in ambito sportivo e, a partire dal 2018, sono state sviluppate partnership specifiche con alcune federazioni sportive. Nel 2018 la Fondazione ha sostenuto la Nazionale Italiana di Hockey in carrozzina; nel 2019 la Federazione Italiana Pallacanestro in carrozzina-FIPIC e nello stesso anno è stato ideato, in collaborazione con l’Allianz Powervolley Milano, l’innovativo progetto Volley4all che ha visto protagonisti atleti con disabilità nelle tante iniziative organizzate e nei tornei di sitting volley disputati all’Allianz Cloud di Milano.

 Per diffondere le pratiche più interessanti sul tema dello sport inclusivo e agevolare la collaborazione con il mondo dello sport, nel 2022 un gruppo di 21 fondazioni, tra cui la Fondazione Allianz UMANA MENTE, ha creato “Sport for Inclusion Network”, la prima rete tematica tra fondazioni in Italia, con l’obiettivo di sostenere e sperimentare progetti che uniscono sport e inclusione, rendendo sistemico l’utilizzo dello sport nelle politiche di welfare.

Quest’anno, per celebrare la Giornata internazionale delle persone con disabilità, la Fondazione ha deciso di raccontare il suo impegno nello sport attraverso il progetto SuperEroica, creando una squadra sportiva di cinque ragazzi con disabilità, che hanno preso parte a L’Eroica, nota competizione ciclo-storica che si svolge ogni anno lungo le strade sterrate tra i vigneti e gli uliveti del Chianti e della Val d’Orcia.

Il 2 dicembre, la Fondazione Allianz UMANA MENTE ha presentato il progetto ai colleghi del Gruppo Allianz e premiato  i ragazzi della SuperEroica, organizzando un successivo dibattito sul tema “L’inclusione sulle due ruote” per riflettere sullo sport, e specialmente sul ciclismo, come veicolo di partecipazione sociale. Hanno preso parte al dibattito Cordiano Dagnoni, Presidente della  Federazione Ciclistica Italiana; Giancarlo Brocci, ideatore de L’Eroica; Roberto Lencioni, esperto in biciclette d’epoca, Fabio Triboli, campione di paraciclismo, e Federico Cristiani, nuotatore paralimpico.

“Il settore del paraciclismo è uno dei fiori all’occhiello della nostra Federazione e le 45 medaglie, mondiali ed europee, conquistate quest’anno ne sono la prova. Non può esserci sport senza inclusione e il ciclismo è senza dubbio una delle discipline dove, grazie alla nuova struttura tecnica, gli allenamenti vengono impostati come negli altri settori, focalizzando la preparazione su tecnica, inclusione e sulle specificità di discipline e mezzi”, ha commentato Cordiano Dagnoni, Presidente FCI, che ha aggiunto: “Inoltre, il settore paralimpico federale lavora in stretta collaborazione con la FISDIR – Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali, che è preposta alla pratica sportiva di persone con disabilità intellettiva, sviluppando ulteriormente la promozione delle due ruote quale mezzo di inclusione per eccellenza”. 

 “La celebrazione della Giornata internazionale delle persone con disabilità si inserisce nel più ampio impegno della nostra Compagnia a favore della coesione sociale” ha spiegato Maurizio Devescovi, Direttore Generale di Allianz S.p.A. e Presidente della Fondazione Allianz UMANA MENTE, sottolineando inoltre che “grazie alla nostra Fondazione, abbiamo ideato il progetto SuperEroica, non solo come un’iniziativa di ciclismo sociale, ma soprattutto per lanciare un messaggio culturale e dimostrare che lo sport può essere uno stimolo e un’occasione di riscatto”. 

Nella giornata del 5 dicembre, Allianz ha inoltre organizzato eventi di formazione rivolti ai dipendenti, il primo dal titolo “Lavorare insieme nella diversità: lo sport come facilitatore del dialogo tra generazioni” e il secondo dedicato a “Sport e Disabilità: resilienza e antifragilità”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti