Fineco chiude un anno da record

FinecoBank ha archiviato il 2022 con un utile netto record di 428,8 mln di euro, in aumento del 22,8% rispetto al 2021 e con ricavi totali per 948,1 mln (+17,8% su base annua). Il cost/income ratio è stato pari al 29,6% e la posizione patrimoniale risulta solida con un Cet1 al 20,80 per cento.

Le masse gestite di Fineco AM sono state pari a 25,9 mld di euro, di cui 15,8 mld relativi a classi retail (+4,2% a/a) e 10,1 mld relativi ai fondi sottostanti dei wrapper (classi istituzionali, +4,6% a/a). Procedono le attività collegate alla discontinuità strategica, che consentono a FAM di avere un maggior controllo della catena del valore ed è continua l’acquisizione di nuovi clienti, pari a 99.024 nel 2022, portando il totale a 1.487.250 clienti.

Nell’anno 2022 la raccolta netta è stata pari a 10,3 mld (10,7 mld nel 2021), superando per il secondo anno consecutivo la soglia di 10 mld e confermandosi solida anche in una fase di mercato particolarmente complessa. La raccolta gestita è stata pari a 3,6 mld, la raccolta amministrata si è attestata a 5,6 mld, mentre la raccolta diretta è stata pari a 1,1 mld.

Al 31 dicembre 2022 la rete dei consulenti finanziari era composta da 2.918 unità, distribuite sul territorio con 426 negozi finanziari (Fineco Center). La raccolta netta del 2022 tramite la Rete di consulenti finanziari è stata pari a €8,8 miliardi.

Alessandro Foti, ad e direttore generale di FinecoBank, ha dichiarato: “La forte crescita della Banca nel corso del 2022 rispecchia la capacità di Fineco di adattarsi perfettamente al nuovo scenario, riuscendo a beneficiare sia del rialzo dei tassi di interesse, sia della solida spinta verso gli investimenti evidenziata dalla clientela anche dai dati di raccolta di gennaio. L’approccio trasparente da parte dei nostri consulenti si sta infatti rivelando decisivo nell’assecondare la nuova tendenza emersa tra i risparmiatori, meno influenzati dalla volatilità e più propensi rispetto al passato a investire anche nei periodi più complessi. A questo si aggiunge il contributo crescente di Fineco AM, in grado di proporre soluzioni adeguate alle diverse fasi di mercato, e caratterizzate da grande efficienza e fair pricing. Un quadro completato dai risultati rilevanti del business legato al brokerage, ormai in crescita strutturale e che continua a incrementare la propria quota di mercato. Motivazioni che ci portano a stimare una crescita solida anche per l’anno appena iniziato, così come per i prossimi”.

Per il 2023il gruppo si attende una crescita del Margine finanziario intorno all’80% rispetto ai risultati del previsionali del 2022. E  per gli anni successivi il margine finanziario è atteso continuare a beneficiare del nuovo scenario dei tassi di interesse

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!