Risultati sull’altalena per le principali banche italiane

A
A
A
Avatar di Manuela Tagliani 9 Settembre 2008 | 08:30
La scorsa settimana sono state pubblicate le semestrali di diversi istituti e i risultati non sono stati per niente omogenei. Non solo la crisi del credito ma anche la gestione dei singoli istituti ha influenzato i risultati dei primi sei mesi dell’anno.

Il Banco Popolare ha chiuso il primo semestre con un utile netto in crescita del 42,6%, a quota 391 milioni di euro rispetto ai 275 milioni dello stesso periodo di un anno fa, ottenuto aggregando i risultati del Gruppo Banco Popolare di Verona e Novara e del Gruppo Banca Popolare Italiana.

Pure in presenza di un quadro di forte incertezza, si legge in un comunicato, le dinamiche dell’attività ricorrente fino ad ora registrate e le conferme del turn-around dell’ex gruppo BPI pongono le basi per il raggiungimento dei risultati reddituali indicati per l’esercizio 2008 nel piano triennale.

L’utile netto del Banco di Sicilia è salito a quota 51,8 milioni di euro, registrando una crescita del 25,6% rispetto ai 41 milioni dello stesso periodo 2007.

Il margine di interesse della banca presieduta da Ivanhoe Lo Bello ha raggiunto i 396,4 milioni, segnando un +10,8% rispetto ai 357 milioni del primo semestre 2007. Su tale aumento, si legge in un comunicato, ha inciso in maniera significativa la crescita degli impieghi alla clientela, soprattutto nel territorio siciliano.

Il consiglio di amministrazione di Veneto Banca ha approvato i risultati consolidati nel primo semestre 2008, realizzando un utile netto di 53,1 milioni di euro, in crescita del 15,4% rispetto ai 46 milioni di giugno 2007.

Navigano invece in mari tempestosi Efibanca e Fonsai. Efibanca ha chiuso i primi sei mesi dell’anno con un utile netto pari a 49,1 milioni di euro, in calo del 47% rispetto ai 92,9 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente, che avevano beneficiato, si legge in una nota, delle plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni per oltre 100 milioni.

FonSai ha chiuso il primo semestre del 2008 con una raccolta premi totale pari a 5,92 miliardi di euro, in calo del 4,1% rispetto ai 6,18 miliardi di giugno 2007.

Per Marchionni, i risultati del semestre sono stati influenzati dalle turbolenze finanziarie, mentre i risultati tecnici sono stati in linea con il 2007.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Assicurazioni – QBE Insurance, utile a +19%

Banche – Popolare di Sondrio, +150% nel semestre

Pil USA vs. UK, per chi ride c'è chi piange

NEWSLETTER
Iscriviti
X