Fondazione Cariplo, Giovanni Azzone verso la presidenza

Fondazione Cariplo va verso la nomina del nuovo presidente, il quinto nella storia dell’istituzione filantropica dopo Roberto Mazzotta, Ottorino Beltrami, Giuseppe Guzzetti e Giovanni Fosti, che secondo lo Statuto in vigore non può essere ricandidabile.

Secondo l’Ansa è Giovanni Azzone la persona su cui ci sarebbe già un’ampia convergenza da parte dei membri dell’attuale commissione centrale di beneficenza, e che il 28 aprile daranno vita al passaggio di consegne. La candidatura di Azzone ha riscontrato l’appoggio dei rappresentanti del mondo del terzo settore, della società civile e dei territori su cui la fondazione opera.

Giovanni Azzone è ingegnere gestionale con una forte sensibilità verso le tematiche su cui la fondazione è impegnata. Ha svolto attività di ricerca nel campo dell’analisi organizzativa, del controllo di gestione, con numerose monografie e decine di articoli su riviste internazionali. È anche presidente di Ifom, l’istituto di ricerca sull’oncologia molecolare di Fondazione Airc per la ricerca sul cancro, membro del Comitato Etico di AssoCunsult-Confindustria. Tra le altre cose, è stato consigliere di amministrazione alla Triennale di Milano, in Airc, l’Associazione per la Ricerca sul Cancro; ha rivestito diversi incarichi per la presidenza del consiglio dei ministri, per il ministero dell’economia e delle finanze, per l’Istat e per la Regione Lombardia.

È stato anche Presidente della Fondazione Comunitaria di Milano, un ulteriore presidio filantropico sulla città promosso da Fondazione Cariplo nel 2018. E’ stato membro del Comitato di Indirizzo della Fondazione Beic, in rappresentanza del ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo. Il 28 aprile in occasione della riunione della commissione centrale di beneficenza verrà completato il processo di rinnovo della governance di Fondazione Cariplo. In quell’occasione, con l’approvazione del bilancio 2022, gli attuali organi termineranno il loro mandato e si insedierà la nuova commissione centrale di beneficenza. Quest’ultima nominerà il presidente della Fondazione al quale spetterà comporre il consiglio di amministrazione con due vice presidenti e quattro consiglieri di amministrazione; sempre al presidente il compito di nomina del collegio sindacale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!