Credem, costretti a rivedere i precedenti obiettivi

A
A
A
di Francesco D'Arco 11 Settembre 2008 | 14:49
Adolfo Bizzocchi ha subito chiarito con la comunità finanziaria i motivi che hanno spinto il gruppo emiliano a rivedere con un anno di anticipo il precedente piano triennale. E sul futuro del risparmio gestito e della rete il direttore generale non ha dubbi. Il 2008 sarà…

Per la fine del 2008 continuerà la flessione del risparmio gestito che riprenderà a registrare un andamento positivo solo nel 2009. E’ questa la visione di [p]Adolfo Bizzocchi[/p], direttore generale di [s]Credem[/s], che ha presentato oggi alla comunità finanziaria il piano strategico 2008-2010 annunciato a mezzo comunicato stampa nella giornata di mercoledì 10 settembre.

“Riprendiamo i numeri indicati nel precedente piano triennale con un anno di anticipo per il nuovo contesto che si è venuto a creare a partire dalla scorsa estate e che ha invalidato le vecchie condizioni del mercato” ha subito chiarito Bizzocchi. “Il nuovo piano è comunque già avviato. Dallo scorso autunno abbiamo intrapreso subito iniziative che andavano verso la direzione indicata nel piano strategico 2008-2010, a conferma della dinamicità del gruppo Credem”.

Sul fronte distribuzione, infine, il direttore generale ha indicato l’obiettivo di un aumento degli asset di oltre 18 miliardi di euro, pari a un tasso annuo del 7,6%, “cifre sfidanti che però si fondano sulla consapevolezza di disporre di una capacità distributiva efficace” ha chiarito Bizzocchi. “Per questo continueremo a investire nel trienno sulla nostra rete, puntando anche sulle reti specializzate  Creacasa e Bank & More“, senza dimenticare lo sviluppo delle sinergie tra il gruppo Credem e il gruppo Reale.
“Complessivamente prevediamo un piano di investimenti di circa 100 milioni di euro” ha concluso Bizzocchi. Di questi, il 50% saranno indirizzati all’information tecnology con l’obiettivo di accrescere l’efficienza, il governo e il controllo dei processi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Credem, utili e cedola crescono un po’

Risiko bancario, per ora il Credem resta alla finestra

Credem ha catturato l’1,18% dello scudo

NEWSLETTER
Iscriviti
X