D’Apice (Assogestioni): “Dall’Europa tutele rafforzate per gli investitori retail”

“Il documento messo a punto dalla Commissione europea fornisce una serie di tutele rafforzate per gli investitori retail, nella consapevolezza che non sempre hanno gli strumenti per comprendere le caratteristiche dei prodotti finanziari e assicurativi”, analizza Roberta D’Apice, direttore affari legali di Assogestioni. “Sul fronte degli incentivi la Commissione ha deciso di non proporre un divieto totale di incentivi, disegnando un approccio graduale che prevede il divieto di incentivi (solo) quando vengono prestati servizi distributivi senza alcuna consulenza, un miglioramento delle informazioni al cliente in merito al pagamento degli incentivi, la sostituzione del test dell’innalzamento della qualità del servizio e del test di non arrecare pregiudizio, con un nuovo test comune alla Mifid e alla Idd. Tre anni dopo l’entrata in vigore della direttiva, la Commissione potrà valutare di proporre un’ulteriore estensione del divieto di incentivi”.

D’Apice sottolinea anche “la rilevanza dell’integrazione delle regole esistenti in tema di product governance con l’obbligo di definire un processo di determinazione dei prezzi che consenta l’identificazione e la quantificazione dei costi del prodotto e di distribuzione dello stesso. Per rendere più obiettivo il processo di determinazione dei prezzi, la Commissione dà mandato all’Esma e all’Eiopa di sviluppare, rendere disponibili al pubblico e aggiornare regolarmente parametri di riferimento di costi e performance rispetto ai quali produttori e distributori devono confrontare i loro prodotti prima di offrirli sul mercato”, conclude D’Apice.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!