Azimut: attacco informatico ma niente paura

Il gruppo Azimut in un comunicato stampa ha ribadito che è impegnato quotidianamente nel garantire la sicurezza informatica dei dati personali dei propri clienti, consulenti finanziari, fornitori e controparti (“stakeholders”) con l’obiettivo di prevenire e intervenire tempestivamente in caso di attività sospette da parte di soggetti terzi.

Nell’ambito di tale attività di costante monitoraggio, è stato rilevato un accesso non autorizzato ai sistemi del gruppo, perpetrato da ignoti e non dovuto a un malfunzionamento dei sistemi stessi o ad un errore umano. A seguito di tale attacco informatico, Azimut ha ricevuto una richiesta di riscatto alla quale non ha in alcun modo dato seguito ritenendola delittuosa e, in ogni caso, totalmente contraria ai principi e valori fondanti del gruppo, da sempre impegnato nel contrasto e nella lotta al finanziamento di ogni attività criminale.

Il gruppo Azimut ha, da un lato, immediatamente provveduto a informare le Autorità competenti e, dall’altro lato, ha avviato una procedura interna di sicurezza che ha consentito di limitare con successo le conseguenze di tale azione criminale. Inoltre, il gruppo Azimut ha provveduto, con il supporto di esperti in materia legale e di sicurezza informatica, allo svolgimento di una analisi approfondita volta a meglio comprendere la natura dell’attacco, l’estensione e le conseguenze dello stesso.

Nel comunicato si precisa che l’attacco informatico non ha in alcun modo interessato dati o informazioni che possano consentire l’accesso alla posizione personale dei clienti e/o consulenti finanziari o l’effettuazione di operazioni non autorizzate, né ha in alcun modo compromesso e/o limitato la continuità operativa.

Per maggiori informazioni o chiarimenti, è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: [email protected]

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!