Sostenibilità digitale, i giovani italiani conquistano il primato

Siamo poco abituati a vedere l’Italia in un alto posizionamento in qualsivoglia tipo di classifica. Con stupore, però, un primo posto di grande importanza ultimamente ce lo siamo guadagnato, ed è relativo ai “Paesi con la maggiore sensibilità giovanile verso la sostenibilità digitale nella formazione e nello sviluppo delle competenze dei ragazzi per prepararli al mondo del lavoro”. A dare la notizia è Affari&Finanza, che riporta i risultati presentati nell’ultimo rapporto “Digital Sustainability IndexTM (DiSITM) Young – La sostenibilità digitale per i giovani” realizzato dalla Fondazione per la Sostenibilità Digitale in collaborazione con EY Foundation.

In questa speciale classifica, il nostro Paese si posiziona davanti a Spagna, Polonia, Germania e Francia. “Si tratta di un risultato importate, che sottolinea come  i giovani italiani più preparati sul tema del digitale sono anche quelli più propensi ad utilizzarlo come strumento di sostenibilità” ha detto Stefano Epifani, presidente della Fondazione per la Sostenibilità Digitale.

Inoltre, l’1,85% dei giovani considera la tecnologia digitale uno strumento utile anche per migliorare la società, oltre che per acquisire conoscenze e informazioni e creare connessioni utili e spendibili nel mondo del lavoro.  Tra i problemi individuati, invece, ci sono i social network e il cyberbullismo. Per i giovani, quindi, è giusto promuovere l’educazione digitale e incoraggiarne un uso consapevole e responsabile, prestando sempre attenzione anche ai criteri di inclusione e diversità.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!