Banco Bpm, conti da record aspettando il nuovo piano industriale

Conti record e la conferma di una solidità patrimoniale hanno consentito a Banco Bpm di migliorare le previsioni sul 2023 e di prepararsi, con il nuovo piano industriale in arrivo entro fine anno, ad ulteriori nuove soddisfazioni.

L’istituto guidato dall’ad Giuseppe Castagna ha registrato un risultato lordo dell’operatività corrente pari a 1.015,6 milioni di euro nei primi sei mesi del 2023, che rappresenta il miglior risultato semestrale, e un utile netto di 624,4 milioni di euro, crescita del 77,9% rispetto al primo semestre 2022.

Il margine di interesse si attesta a 1.552,9 milioni di euro, in crescita del 49,4% rispetto al dato del primo semestre 2022, attribuibile principalmente all’incremento dello spread commerciale, conseguente al rialzo dei tassi di interesse, e al limitato impatto sul costo dei depositi che hanno più che compensato il venir meno dei benefici relativi alla remunerazione dei finanziamenti TLTRO.

Le commissioni nette del primo semestre ammontano a 948,2 milioni di euro, in calo dell’1,9% rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Il comparto dei servizi di gestione, intermediazione e consulenza evidenzia una contrazione del 5,8%, riferibile principalmente al collocamento di fondi e sicav, parzialmente compensata dalla crescita dell’1,8% delle commissioni relative ai servizi di banca commerciale

Gli impieghi netti a clientela sono stati pari a 108,2 miliardi: -2,4% a/a e -1,2% rispetto al 31 dicembre 2022. La raccolta diretta da clientela è pari a 124,7 miliardi: -1,3% a/a e +1,0% rispetto a fine dicembre 2022; raccolta core a 101,3 miliardi di euro.

Per l’intero esercizio, Banco Bpm prevede un significativo miglioramento dell’utile netto rispetto allo scorso anno, con un EPS 2023 di 80 centesimi di euro, in rafforzamento per il 2024 superando sia la traiettoria di redditività dei target complessivamente delineati nel Piano Strategico, che sarà oggetto di aggiornamento nel quarto trimestre 2023. La banca procederà ad aggiornare i target di remunerazione degli azionisti, che rifletteranno i positivi risultati raggiunti in termini di redditività e di creazione organica di capitale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!