Banca Generali, ad agosto la raccolta non va in vacanza

Banca Generali ha realizzato ad agosto una raccolta netta di €247 milioni (+20% rispetto agosto 2022) che ha portato il totale da inizio anno a sfiorare i €4,0 miliardi, con una crescita del 5% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno.

A livello di prodotti, si segnala l’ottimo risultato delle soluzioni gestite (€147 milioni nel mese, €882 milioni da inizio anno) trainate dalla forte domanda di contenitori finanziari (€104 milioni nel mese, €464 milioni da inizio anno) e fondi di casa (€49 milioni nel mese, €433 milioni da inizio anno) che entrambi beneficiano delle nuove linee lanciate negli ultimi mesi per sfruttare il rilancio dei mercati azionari e soprattutto obbligazionari. L’assicurativo conferma il trend di stabilizzazione già evidenziato negli ultimi mesi in attesa del lancio di nuove proposte previste nel quarto trimestre, mentre il risparmio amministrato (AuC e Liquidità) resta sostenuto (€201 milioni nel mese, €4,3 miliardi da inizio anno) confermandosi nel quadro del ribilanciamento atteso della liquidità verso altre forme di risparmio gestito e amministrato. In termini di qualità della raccolta, infine, si evidenzia che i flussi nelle soluzioni gestite e nella consulenza evoluta su risparmio amministrato si sono attestati a €213 milioni nel mese per un totale di €2,08 miliardi da inizio anno (+37% a/a).

L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca Generali, Gian Maria Mossa, ha così commentato i dati: “Anche agosto conferma tassi di crescita superiori all’anno scorso. L’attenzione dei banker alle dinamiche di mercato e la vicinanza ai clienti non s’è arrestata in queste settimane di picco delle vacanze come emerge dai numeri molto solidi nella raccolta gestita e nella consulenza evoluta. L’interesse che ci arriva dal mondo imprenditoriale alle nostre soluzioni esclusive per la protezione patrimoniale e da numerosi banker d’esperienza per le potenzialità che offre il nostro business nel loro percorso di sviluppo, ci fanno guardare con fiducia e ottimismo ai prossimi mesi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!