Consulenti, la sostenibilità costa 40 minuti del vostro tempo

Un nuovo studio condotto da esperti di finanza comportamentale, Oxford Risk, rivela che un gestore patrimoniale europeo su quattro (24%) impiega solo 40 minuti o meno per stabilire le preferenze di sostenibilità (ESG) dei nuovi clienti che desiderano investire, nonostante concordi sul fatto che questa è una delle scelte più importanti.

Da uno studio condotto tra i gestori patrimoniali di tutta Europa è emerso che oltre la metà (58%) afferma che occorrono dai 41 ai 60 minuti per stabilire le preferenze di sostenibilità (ESG) dei singoli clienti. Circa il 13% afferma di impiegare tra 61 e 90 minuti e il 4% di impiegare più di 90 minuti.

Circa il 90% dei gestori patrimoniali europei concorda che stabilire le preferenze di sostenibilità sia uno dei compiti più importanti quando si acquisisce un nuovo cliente.

Lo studio condotto sui gestori patrimoniali le cui aziende gestiscono collettivamente asset per circa 4mila miliardi di euro, mostra che troppo spesso queste valutazioni e processi di sostenibilità non forniscono informazioni sufficientemente approfondite o dettagliate su cui basare le decisioni future. Solo un gestore patrimoniale su quattro (25%) afferma di essere molto fiducioso nell’individuare la parte degli investimenti di un cliente che dovrebbe essere destinata agli investimenti ESG dopo aver utilizzato i processi attuali. Uno su dieci (10%) non è sicuro di poter identificare ciò che dovrebbe essere destinato agli investimenti sostenibili dopo il processo.

Solo circa un terzo (32%) afferma di essere molto fiducioso nella capacità di identificare la porzione di un portafoglio che dovrebbe essere allocata ai fondi di cui agli articoli 8 e 9 all’interno del portafoglio di un investitore dopo aver utilizzato il processo attuale. Più di uno su otto (13%) non sa se sarebbe in grado di farlo o meno utilizzando il processo attuale.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!