Reti, le pagelle di fine estate 2023: Zurich Bank e Finint PB

Diciamoci la verità: dopo un 2022 passato tra iperinflazione, tumulti geopolitici e materie prime alle stelle, dove comunque ancora una volta il sistema delle reti ha retto con oltre 44 miliardi di afflussi netti portati a casa, molti professionisti speravano in un 2023 più sereno con i clienti. In realtà lo scenario dei mercati è stato decisamente migliore, ma le dinamiche della raccolta del settore della consulenza finanziaria in Italia hanno probabilmente subito le “scorie” dei rendiconti di portafoglio dello scorso anno mostrati ai clienti. A dircelo è l’evidenza empirica nella suddivisione degli afflussi nel semestre: da inizio anno poco più di 1 miliardo sul gestito a fronte di quasi 24 miliardi di amministrato.

In funzione di questo scenario BLUERATING ha voluto compilare l’ormai consueta e attesa “pagella” di metà anno dando però un plusvalore a chi è stato capace di ottenere buoni risultati nell’ambito dell’asset management; oltre ai consueti risultati calcolati sulla base dei dati Assoreti su afflussi netti, procapite e variazione organico, abbiamo moltiplicato per 1,5 il punteggio derivante dal piazzamento nella classifica del procapite gestito. A questi numeri abbiamo come sempre affiancato una valutazione ragionata su quanto fatto dalle singole reti fino ad ora, con tanto di considerazione finale racchiusa, a seconda dei casi, in una parola o in una frase. E le sorprese, come vedrete, non mancano…

Qui le pagelle di fine 2022.

11 posto: Zurich Bank, INGOLFATA
Nella scorsa pagella era in nona posizione e le avevamo affibbiato il titolo di “Debuttante in sordina”. Pur con tutte le attenuanti del caso, bisogna dire che siamo un po’ sorpresi dall’ultimo posto della neonata rete del gruppo Zurich. La squadra guidata da Silvio Ruggiu ha portato a casa da inizio anno poco più di 26,8 milioni di afflussi netti, con deflussi nel gestito superiori ai 338 milioni. Insomma la macchina della raccolta sembra faticare ad accendersi, forse per via di meccanismi commerciali ancora non del tutto "oliati". Staremo a vedere se da qui alla fine del 2023 la musica cambierà, per ora non resta che la sorpresa per una posizione in classifica che ci aspettavamo decisamente più brillante.

10 posto: Finint Private Bank, BOUTIQUE
Stessi punti di Zurich Bank, ma una migliore performance nel procapite gestito che le permette di superarla di una posizione (abbiamo usato questo criterio nei casi di parità di punteggio finale). La nuova realtà figlia del rebranding di Banca Consulia nonostante un numero esiguo di consulenti rispetto ad altre società riesce comunque a ottenere numeri in positivo sia sul fronte della raccolta totale, che su quello del gestito. Una piccola “boutique” che raggiunge un buon risultato e che vuole porre le basi per crescere ulteriormente nei prossimi mesi: in questo senso va probabilmente letto l’ingresso nello scorso gennaio di un professionista di comprovata esperienza nel private come Mauro Lozza quale vice Direttore Commerciale, a diretto riporto del Direttore Commerciale Claudio Riva.




Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!