Mps, tra rumors e speculazioni il titolo cade in Borsa

Non si fermano i rumors che vedono come protagonista Banca Monte dei Paschi di Siena circa le possibili dismissioni di quote da parte del Governo. Comr scrive Il Sole 24 Ore, le ultime indicazioni parlano della cessione di una partecipazione tra il 5 e il 10% da effettuare entro giugno 2024, anche come segnale nei confronti della Ue della volontà di uscire dal capitale nell’ambito di un confronto per allungare i tempi della privatizzazione.

Intanto ieri, in scia a queste voci, il titolo Mps ha lasciato sul terreno il 4,3%. Con un titolo che viaggia attorno ai 2,5 euro, per il Tesoro si prospettano perdite potenziali importanti in caso di cessione ai prezzi attuali, in quanto il Mef ha pagato 6,9 euro ogni azione del Monte e l’anno scorso ha iniettato altri 1,6 miliardi nell’aumento di capitale.

Da parte sua la banca sta provando a consolidare la sua performance reddituale: Mps ha chiuso il primo semestre con un utile di 619 milioni ed è sulla buona strada per superare il target di 1 miliardo di euro di utile netto nell’intero anno, in anticipo rispetto ai target del piano industriale, come dichiarato da Lovaglio qualche settimana fa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Tag: