Goldman Sachs, come raddoppiare la presenza nei prossimi 5 anni

Aria di espansione italica in casa Goldman Sachs: a dirlo è stato Chris French, co-responsabile per l’area Emea della divisione Private Wealth Management del gruppo statunitense, nel corso di una intervista rilasciata a Il Sole 24 ore.

“Il mercato italiano è particolarmente importante per noi, in quanto diverse aziende sono leader mondiali in settori economici tradizionalmente a elevato margine, come ad esempio il lusso. Negli ultimi anni questo ha permesso di generare un livello considerevole di ricchezza, e di conseguenza un’opportunità per noi. Nel contesto di operazioni di finanza straordinaria, Ipo o M&A, gli azionisti delle aziende interessate sono candidati naturali per accedere ai nostri servizi di wealth management” ha detto French.

L’aspirazione del gruppo americano è infatti quella di raddoppiare la quota di mercato nel wealth management nei prossimi cinque anni, e di arrivare a raddoppiarla nei successivi cinque.

“Uno dei principali fattori che ci differenzia dagli altri è stato l’aver investito fortemente nel capitale umano fin dalla fine degli anni ’90. La nostra sede di Milano dedicata al private wealth management conta un organico di 20 professionisti e di recente Giorgio Gandola e Giorgio Ronca, che fanno parte della squadra di Alberto Cirillo, responsabile per il mercato italiano del PWM di Goldman Sachs, sono stati nominati managing director”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!