Consulenti, 3 domande per misurare la vostra passione

Prima ancora di una professione, la consulenza finanziaria per molti è – o è diventata – una passione. Un fattore da non sottovalutare, ma anzi, che può essere determinante e offrire un plus non indifferente. Ne ha parlato il private banker e manager di Banca Mediolanum per le province di Trento e Bolzano Federico Battan, tramite un post condiviso sul proprio profilo LinkedIn.

“In ogni professione, ciò che veramente conta è la passione, la motivazione e la chiarezza degli obiettivi. Un consulente finanziario motivato (ma vale per qualsiasi altro professionista!) non solo eccelle nel proprio lavoro, ma diventa una fonte d’ispirazione per clienti e colleghi. Ma cosa succede quando mancano obiettivi chiari?” si è chiesto il manager.

“Spesso si finisce per nascondersi dietro scuse, limitando il proprio impegno e, di conseguenza, il proprio potenziale. Tieni bene a mente che impegnarsi a fondo è fondamentale per svelare le proprie vere capacità e passioni. Questo vale soprattutto per chi è appena entrato in una nuova realtà lavorativa. Scoprire cosa li muove, cosa li appassiona, è la chiave per sbloccare il loro pieno potenziale” si legge.

“Ecco dunque il mio impegno come manager: essere al fianco di clienti e colleghi, comprendendo a fondo i loro obiettivi, supportandoli nel loro percorso e pianificando insieme ogni passo. Lascia ora che ti ponga alcune domande:

– 𝐶𝑜𝑠𝑎 𝑡𝑖 𝑠𝑝𝑖𝑛𝑔𝑒 𝑎 𝑑𝑎𝑟𝑒 𝑖𝑙 𝑚𝑒𝑔𝑙𝑖𝑜 𝑜𝑔𝑛𝑖 𝑔𝑖𝑜𝑟𝑛𝑜?

– 𝐻𝑎𝑖 𝑢𝑛𝑎 𝑚𝑜𝑡𝑖𝑣𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑡𝑖 𝑔𝑢𝑖𝑑𝑎 𝑐𝑜𝑚𝑒 𝑢𝑛𝑎 𝑏𝑢𝑠𝑠𝑜𝑙𝑎?

– 𝐻𝑎𝑖 𝑠𝑐𝑜𝑝𝑒𝑟𝑡𝑜 𝑞𝑢𝑒𝑙𝑙’𝑒𝑙𝑒𝑚𝑒𝑛𝑡𝑜 𝑢𝑛𝑖𝑐𝑜 𝑐ℎ𝑒 𝑟𝑒𝑛𝑑𝑒 𝑖𝑙 𝑡𝑢𝑜 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜 𝑛𝑜𝑛 𝑠𝑜𝑙𝑜 𝑢𝑛 𝑑𝑜𝑣𝑒𝑟𝑒, 𝑚𝑎 𝑢𝑛𝑎 𝑣𝑒𝑟𝑎 𝑒 𝑝𝑟𝑜𝑝𝑟𝑖𝑎 𝑚𝑖𝑠𝑠𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑𝑖 𝑣𝑖𝑡𝑎?”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Tag: