Crédit Agricole Italia, un albero piantato per ogni giovane assunto

Un albero per ogni nuovo assunto: così Crédit Agricole Italia si accinge  a creare la sua foresta. Nell’ottica di rafforzare il senso di appartenenza dei neo assunti ed il  coinvolgimento delle sue nuove generazioni, in linea con i suoi valori orientati alla sostenibilità, il gruppo inaugura il progetto Plant A Job, che prevede la piantagione di un albero per ciascun collega  confermata/o a tempo indeterminato nel 2023. 

“Siamo particolarmente orgogliosi di concretizzare questa iniziativa, perché nasce da una proposta  dei nostri colleghi raccolta nell’ambito di Energia in Movimento, un progetto HR che, attraverso un percorso di sviluppo e crescita, ha interessato circa 400 giovani” ha specificato Antonella  Salvatori, responsabile della direzione gestione e sviluppo delle risorse umane di Crédit  Agricole Italia. “Con Plant a Job puntiamo alla creazione di luoghi reali, vicini al territorio, che  rispecchino il nostro impegno per la tutela dell’ambiente e i nostri valori di vicinanza alle comunità.”

Gli alberi verranno messi a dimora nella zona di Trapani, grazie alla collaborazione con zeroCO2,  società B Corp che sviluppa soluzioni naturali per affrontare il cambiamento climatico e si occupa  principalmente di riforestazione. Piantare alberi in Italia con zeroCO2 significa anche promuovere  progetti incentrati su pratiche agronomiche ad alto valore sociale e sostenibile in  collaborazione con cooperative agricole-sociali, fattorie didattiche e aziende agricole sparse  sul territorio nazionale. La società è infatti attiva nel supportare realtà impegnate nell’ambito  socioterapeutico e riabilitativo, dell’accoglienza, educativo/didattico e dell’inserimento al lavoro. 

Inserita tra gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030, la riforestazione del pianeta riveste un ruolo  fondamentale nella lotta al cambiamento climatico, grazie alla sua capacità di diminuire le  concentrazioni di anidride carbonica nell’atmosfera. Per proteggere questo capitale naturale, la UE  ha posto ai suoi stati membri l’obiettivo di piantare 3 miliardi di alberi entro il 2030, di cui 230  milioni sul suolo italiano. Lo sa bene Crédit Agricole Italia, che prende parte a questi obiettivi  globali per far germogliare la crescita con l’aiuto di un grande alleato: le sue nuove generazioni

Già radicato in Sicilia con la rete di Agos, il Gruppo Crédit Agricole ha rafforzato dal 2021 la sua presenza nell’isola grazie all’acquisizione di Creval. Attraverso il suo modello di banca universale di prossimità e forte del suo network internazionale, il Gruppo è al servizio di oltre 177mila clienti siciliani attraverso una struttura regionale ramificata, composta da una Direzione retail (circa 70  filiali e 5 poli affari), due Mercati Private, un Mercato Consulenti Finanziari e due Mercati Banca d’Impresa. Dal punto di vista strategico è ben delineato il progetto di sviluppo specifico per la Sicilia, voluto e creato dall’Istituto: un approccio specializzato e distintivo, con una forte spinta  verso l’innovazione e dedicato in particolare al mondo dell’imprenditoria e alle eccellenze del  territorio.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!