Banco Bpm: utile in crescita dell’85% e dividendo aumentato del 143%

Banco Bpm ha chiuso il 2023 ha registrato livelli record di redditività con un risultato lordo dell’operatività corrente pari a 2.041,0 milioni di euro e un utile netto di 1.264,4 milioni (+85% rispetto al 2022). Il margine di interesse è salito rispetto al 2022 del 42% a 3.289 milioni e i proventi operativi sono aumentati del 14% a 5.341 milioni. Il risultato della gestione operativa è poi salito del 29% a 2.770 milioni. Il cost/income è sceso al 48% dal 54% del 31 dicembre 2022. La raccolta diretta è salita a 124,8 miliardi (123,4 nel 2022) e quella indiretta è cresciuta a 106,2 miliardi (91,3 nel 2022).

Il CdA propone all’assemblea un dividendo di 56 centesimi per azione, il 143% in più rispetto al 2022.

Giuseppe Castagna, ad di Banco BPM, ha dichiarato: “Siamo davvero molto soddisfatti dei brillanti risultati conseguiti: l’utile netto di circa 1,3 miliardi e la proposta di dividendi superiori alla guidance, pari a 56 centesimi di euro per azione, sintetizzano con chiarezza la capacità di generare valore che abbiamo stabilmente raggiunto e che, in virtù del Piano Strategico approvato lo scorso dicembre, continueremo a sviluppare con crescente incisività. L’attuale ritmo di creazione di valore ci consente di affiancare alla solidità della posizione patrimoniale e a un dividendo più che raddoppiato rispetto al 2022, il costante miglioramento della qualità degli attivi, testimoniato dal costo del rischio in riduzione a 53 p.b. a fronte dei 62 p.b. del precedente esercizio. Questo risultato è stato realizzato non solo grazie alle selettive politiche creditizie, ma anche alla strategia di derisking che ha portato a un’ulteriore riduzione dei crediti deteriorati sul totale dei crediti lordi.
L’impegno e la capacità delle nostre persone, sostenuti dall’innovazione tecnologica che abbiamo perseguito nel tempo e dal lavoro svolto in tutti gli ambiti ESG, continuano a rappresentare la forza più importante del nostro Gruppo consentendo di valorizzare l’attività bancaria tradizionale. I risultati operativi raggiunti e l’efficacia delle azioni commerciali a favore dei nostri clienti, famiglie e imprese, mettono in luce il rafforzamento del ruolo che Banco BPM si è ritagliato nel panorama creditizio nazionale. Con il nuovo Piano Strategico abbiamo intrapreso un percorso che, nelle nostre ambizioni, ci porterà da un lato a fissare una struttura di conto economico che sostenga la sistematica creazione di valore per tutti gli Stakeholder, dall’altro a consolidare la nostra posizione di terzo polo bancario. Tutto questo, attraverso un modello di business distintivo in grado di esaltare le nostre qualità di banca territoriale di riferimento per le aree economiche più avanzate del Paese e soprattutto per le piccole e medie imprese che ne sono la struttura portante”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!