SGR, è l'ora del coraggio

A
A
A
di Redazione 3 Ottobre 2008 | 13:35
In un momento in cui la fuga tramite il delisting sembra essere la soluzione più gettonata dal mercato, c’è chi osa e rilancia il proprio modello di business. Forte anche della non esposizione diretta in Lehman Brothers.

Quando si scatena un uragano violento come quello attuale sulle borse internazionali molte sono le società che valutano  e scelgono la via del delisting. L’ultima in ordine di tempo è [s]Ergo Previdenza[/s] che ha annunciato l’intenzione di abbandonare lo status di società quotata.

Una strada che offre sicuramente un buon paracadute di liquidità, in una fase in cui la liquidità è un dono più unico che raro. Ma non è, e non dovrebbe essere, l’unica soluzione possibile per superare indenni l’uragano. Certo le altre strade sono più rischiose e richiedono più coraggio, ma nel lungo periodo potrebbero essere più “premianti”.

Per fortuna del mercato e dei risparmiatori delle realtà che rinunciano a facili delisting e che rilanciano il proprio business model ce ne sono. Sul fronte risparmio gestito l’ultima a osare un rilancio e a rimanere esposta sotto l’uragano è [s]Azimut[/s]. La holding guidata da [p]Pietro Giuliani[/p] non solo ha escluso ogni possibile delisting, ma ha anche avviato negli ultimi mesi una nuova joint venture con Bpvi e Cattolica per la nascita di una Sgr, è entrata nel mondo della consulenza finanziaria con Apogeo Consulting e Open Family Office e ha lanciato recentemente un nuovo fondo (Alpha Plus) che punta a cavalcare l’uragano in corso.

Se saranno mosse vincenti lo stabilirà come al solito il mercato nel corso degli anni a venire, ma oggi Azimut è una delle poche società che merita di essere segnalata per lo spirito imprenditoriale in una fase in cui la strategia dello “struzzo” e del “prendi i soldi e scappa” risulta decisamente più facile da seguire. 

Rimane un dubbio e un timore: è l’unica?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti