Da Bper un nuovo green bond

BPER Banca ha concluso con successo il collocamento della seconda emissione obbligazionaria Senior Preferred qualificata “green”, in coerenza con il GSS Bond Framework del Gruppo (Green, Social and Sustainability Bond Framework), destinata a investitori istituzionali.

L’ammontare collocato è stato pari a 500 milioni di euro, con scadenza a sette anni e possibilità di rimborso anticipato (call) dopo sei anni.

Sono stati raccolti ordini superiori a 2,4 miliardi di euro. La domanda, ben diversificata, ha consentito di ridurre il livello di spread iniziale, pari a 155 punti base sopra il mid-swap a sei anni, fino a 125 punti. Conseguentemente la cedola annuale è stata determinata pari al 4%, con prezzo di emissione/re-offer di 99,791%.

La distribuzione geografica vede la presenza di investitori esteri – tra cui Francia con il 22%, Regno Unito con il 14%, Paesi nordici con 12%, Germania, Austria e Svizzera complessivamente con l’11%, – e italiani con il 29%. L’allocazione finale è stata principalmente destinata a fondi di investimento (50%), banche e private banking (22%).

I proventi dell’emissione saranno destinati al finanziamento e/o al rifinanziamento di Eligible Green Asset e l’operazione si integra nella strategia ESG di BPER.

Citi, Deutsche Bank, J.P. Morgan, NatWest Markets, Santander, UniCredit hanno agito in qualità di Joint Bookrunner del collocamento. L’emissione, a valere sul Programma EMTN di BPER Banca (Euro Medium Term Note Programme) di Euro 6 miliardi, è in regime di dematerializzazione centralizzata presso Euronext Securities Milan e sarà quotata presso il Luxembourg Stock Exchange.

I rating attesi sono i seguenti: BBB- (S&P), BBB- (Fitch), BBB (DBRS).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!