UniCredit pronta a sforbiciare il personale

A
A
A
di Redazione 8 Ottobre 2008 | 08:30
Se il buongiorno si vede dal mattino oggi bisogna attendersi una giornata campale sui mercati finanziari. Tra tagli delle stime di crescita e sforbiciate al personale.

La mattina ha l’ oro in bocca? Scorgendo le prime pagine dei giornali, le agenzie stampa, e i dati di chiusura delle Borse oltreoceano, sembrerebbe di no.

Mentre la Borsa di Tokyo ha perso quasi il 10 per cento: il calo più pesante di tutti i tempi anche, Wall street lascia sul campo il 5%.

Intanto secondo il FMI nel 2009 bisogna attendersi una  probabile recessione sia Italia sia in Gran Bretagna. Dati molto più negativi rispetto alla crescita stimata appena 6 mesi fa, rispettivamente nell’ordine del 0,3% e del 1,6%.

Sempre per la serie una buona notizia di prima mattina condiziona positivamente la giornata, almeno una quindicina di titoli sono stati appena sospesi per eccesso di ribasso a Piazza Affari. Tra i nomi più noti Unipol Tenaris, Saipem, Impresilo, Fastweb e la solita UniCredit.

Proprio questa ultima, inoltre, secondo indiscrezioni si appresterebbe a tagliare 700 posti di lavoro nella divisione Markets & Investment Banking (MIB) contro i 300 del 2008, che attualmente conta circa 3.500 professionisti. Sempre oggi è emerso che l’ammontare del portafoglio Abs di UniCredit si è ridotto a fine settembre a 10,5 miliardi contro gli 11,6 miliardi di fine giugno. Il dato si riferisce al portafoglio “ring fenced”, si legge nelle slide.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Ftse Mib in un equilibrio fragile

Ftse Mib in stand-by. Quattro big cap italiane sotto la lente

Saipem prossimo alla chiusura del gap ribassista aperto lo scorso marzo

NEWSLETTER
Iscriviti
X