Il private banking di Santander raggiunge quota 50

A
A
A
di Redazione 8 Ottobre 2008 | 14:30
I più importanti istituti finanziari ritornano con modelli nuovi, e maggior decisione, sull’importante segmento del private banking. E’ questo il caso di Santander che continua il reclutamento dei professionisti incurante delle attuali difficoltà dei mercati.

Santander Private Banking, il team guidato dall’amministratore delegato Stefano Boccadoro (nella foto) raggiunge, infatti, “quota 50” rafforzando in particolar modo le strutture del nord Italia. 

Fra i nuovi arrivi si conta l’arrivo nelle filiali di Treviso e Milano di Davide Militello, che saluta Antonveneta, e Stefano Fantoni già in Banca intermobiliare.

Vanno invece a rafforzare la filiale di Varese Roberto Astori, che arriva da Banca Popolare di Bergamo e assume la responsabilità della filiale, Roberto Canepari, da Commercio e Industria e Antonia Feminò che saluta Banca Popolare di Luino e Varese.

Si avvicina così a grandi passi il target, previsto entro la fine dell’anno, di 70 professionisti.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Widiba, due colpi per la rete da Intesa e Deutsche Bank

Fineco, top entry da Banca Intermobiliare

Banca Mediolanum: reclutamento avanti tutta

NEWSLETTER
Iscriviti
X