Banche, i manager scommettono sui loro titoli

A
A
A
di Redazione 10 Ottobre 2008 | 13:30
Uno dopo l’altro importanti manager hanno deciso di acquistare azioni delle rispettive banche. Sicuramente per garantirsi un extra-rendimento, visto che i titoli trattano a sconto, ma anche per dare un segnale alla comunità finanziaria…

Malgrado il futuro dei titoli finanziari difficilmente si tingerà di rosa, prosegue la serie dei manager che puntano sulle proprie banche.

Dopo il buon esempio di questi giorni – Roberto Mazzotta e Alessandro Profumo (nella foto) hanno infatti investito 560.000 euro in Bpm e UniCredit – nel giro di poche ore Alberto Mocchi, direttore generale di Banca di Desio e Brianza, Mario Mazzoleni, vice presidente di Ubi Banca, Guido Leoni, amministratore delegato di Banca popolare dell’Emilia Romagna e Francesco Venosta, membro del Comitato di presidenza di Banca Popolare di Sondrio,  hanno acquistato circa 80.000 azioni delle rispettive banche.

Mentre il primo ha investito “solo” 14.066 euro Mazzoleni si è spinto fino a 49.476 euro, Leoni a 63.700 euro e Venosta 13.400 euro.

Se consideriamo che queste società sono tuttora trattate a sconto e che le prospettive risultano, in ogni caso favorevoli, l’investimento dovrebbe garantire un extra-rendimento.

In ogni caso la storia insegna che questo è proprio il miglior momento per investire.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Leonardo sale in borsa dopo annuncio commessa Usa

Anche a Piazza Affari è tempo di “allerta meteo”

Equita group prepara lo sbarco sull’Aim Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X