BlackRock, le masse scendono del 12%

A
A
A

Utili in discesa per BlackRock. Il colosso mondiale dell’asset management risente (come i principali competitor) del calo dei listini e dei riscatti degli investitori, ormai avversi da qualsiasi investimento azionario. L’utile netto del terzo trimestre scende a 217,7 milioni di dollari, in calo rispetto i 255,2 milioni di dollari dello stesso periodo di 12 mesi fa. Per il gruppo guidato da Larry Fink (nella foto) si tratta del primo calo dell’utile netto in due anni.

Avatar di Redazione22 ottobre 2008 | 14:45

LE COMMISSIONI

I ricavi del periodo salgono dell’1,2% a 1,3 miliardi di dollari. Le commissioni di gestione e advisory sono salite del 6% a a1,08 miliardi di dollari, mentre le performance fee crollano del 63% a 54,7 milioni di dollari.

MALE I FONDI MONETARI

Secondo il comunicato della stessa società, BlackRock ha visto ‘uscire’ 41,6 miliardi di dollari dai suoi fondi monetari: una fuga alimentata soprattutto dal panico creato a metà settembre dal Reserve Primary Fund, uno dei più grandi fondi monetari degli Stati Uniti, che aveva dichiarato che i loro clienti avrebbero perso del denaro. In pratica, il valore della quota invece di essere di un dollaro per ogni dollaro investito, risulta di 97 centesimi, una perdita del 3%. I riscatti dai fondi monetari di BlackRock ammontano al 12% delle masse totali degli asset cash gestiti dal gruppo (dati al 30 giugno).

Per fornire un quadro adeguato del contesto, fonti ufficiali della Federal Reserve hanno detto che dallo scorso agosto quasi 500 miliardi di dollari sono stati prelevati dai fondi monetari in tutti gli Stati Uniti (praticamente tutto il valore dell’industria del risparmio gestito in Italia).

Dopo il primo shock e soprattutto dopo lo stanziamento di 50 miliardi di dollari da parte del Tesoro Usa a garanzia dei fondi monetari, la raccolta è ripartita e BlackRock ha raccolto 13,8 miliardi di dollari dalla fine di ottobre.
 
MASSE IN CALO

Le masse gestite da BlackRock ammontano a 1,26 trilioni di dollari, in calo del 12% rispetto il trimestre precedente. La discesa è guidata principalmente dal deprezzamento degli asset a causa del calo delle quotazioni (-69,1 miliardi di dollari) e dai riscatti su fondi azionari e obbligazionari (-6,7 miliardi).


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut: campagna d’Egitto

Risparmio gestito, record di profitti

Col vento in poppa

Ti può anche interessare

Nasce lo “spin off” di Nafop: il profilo di AssoScf

Come è ormai risaputo, la logica della esclusività in materia di rappresentanza figlia del nuovo R ...

Oggi su BLUERATING NEWS: vigilanza Mifid 2, Pir mezzi morti

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...

Consulenti, quanto tempo speso per gli impegni

Il mestiere di consulente finanziario richiede grande impegno, con tante attività da compiere quoti ...