Tas Group, nuovo servizio sulle piattaforme tecnologiche

A
A
A
Avatar di Redazione 27 Ottobre 2008 | 12:30
Bluerating.com ha intervistato Riccardo De Marsanich, responsabile mercati finanziari di Tas Group, sul nuovo servizio integrato per la negoziazione e il regolamento delle operazioni relative agli strumenti finanziari, i suoi vantaggi e le strategie per il futuro della società.

Avete recentemente siglato un accordo con Blt Systems per un nuovo servizio integrato per la negoziazione e il regolamento delle operazioni relative a tutte le tipologie di strumenti finanziari. Può spiegarci di cosa si tratta?
Il nostro scopo è quello di offrire a banche e intermediari finanziari un servizio chiavi in mano per la negoziazione dei titoli sui mercati e per le operazioni di clearing e settlement. Abbiamo ideato e creato il nuovo servizio Plug & Go, che partirà con il collegamento a TradElect, la piattaforma di trading del LSE, e permetterà agli operatori di esternalizzare la gestione completa delle nostre applicazioni software, delle infrastrutture hardware e di connettività anche per altri mercati internazionali.

In particolare, quali vantaggi offre questo servizio?
Il servizio si rivolge alle banche e alle SIM e quindi è indirettamente fruito anche dai consulenti, promotori e gestori bancari che vi lavorano. In particolare Plug & Go presenta un duplice vantaggio, sia in termini logistici che tecnici: consente di eliminare i problemi di connettività, soprattutto verso l’estero e, grazie a un HUB di collegamento nella City, permette alle banche e agli intermediari finanziari di negoziare sulla nuova piattaforma della Borsa Italiana in tempi molto veloci. Come sappiamo, poter accedere ai mercati in pochi millisecondi ha oggi una rilevanza strategica.

E quanti contratti avete già stipulato e quanti prevedete di concludere?
Abbiamo già quattro clienti: Banca Finnat, Centrosim e altri due intermediari membri della Borsa Italiana, e stiamo lavorando per chiudere altri contratti. Gli operatori, chiamati ad adeguarsi ai cambiamenti del mercato per essere competitivi, riconoscono i punti di forza della nostra soluzione, che consente a tutte le banche di arrivare con un unico collegamento e un unico standard a un elevato numero di mercati.

Quali sono le vostre strategie per il futuro?
Nei prossimi mesi lavoreremo su due fronti. Il primo riguarda la nostra piattaforma di smart order routing che, in ottica MiFID, integra tutti i mercati con soluzioni per il reperimento delle migliori offerte sui mercati internazionali, sui mercati o  su piattaforme alternative e market maker. Il secondo riguarda lo sviluppo del nostro supporto tecnico agli utenti per la liquidazione delle operazioni sui mercati, per cui intendiamo sfruttare le nuove opportunità che deriveranno dall’integrazione delle piattaforme del Gruppo Borsa Italiana nella nuova realtà LSE.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X