UBS rivede l'utile, ma non la luce

A
A
A
di Redazione 4 Novembre 2008 | 09:15
Dalla Svizzera arrivano le trimestrali di UBS e Swiss Re. La prima annuncia un Tier 1 del 10,8%, mentre il colosso delle riassicurazioni deve fare i conti con gli effetti degli uragani Ike e Gustav.

Sul fronte trimestrali oggi è il giorno di [s]UBS[/s]. La banca svizzera ha reso noti i dati relativi al terzo trimestre che rivelano un risultato netto di 296 milioni di franchi svizzeri, contro gli oltre 800 milioni persi l’anno scorso. Sul risultato ha pesato una perdita per 4,4 miliardi di dollari su posizioni di rischio residue legate soprattutto al comparto immobiliare americano, mentre per quanto riguarda l’utile il dato ha beneficiato di una plusvalenza sul credito proprio per 2,2 miliardi di euro e di un credito di imposta di 913 milioni.

E il fatidico Tier 1? UBS ha reso noto che è del 10,8%, mentre il coefficiente totale di adeguatezza patrimoniale ammonta al 14,9%. E per il futuro?  ”I risultati del quarto trimestre potrebbero risentire di un eventuale storno del guadagno sul credito proprio e di una perdita sul capitale presente nel fondo che sara’ controllato dalla BNS” hanno fatto sapere da UBS.

Ma oggi, dalla svizzera, arrivano anche i dati di [s]Swiss Re[/s] che ha archiviato il terzo trimestre con una perdita netta di 304 milioni di franchi svizzeri, contro l’utile di 1,5 miliardi dell’anno scorso. Gli uragani Ike e Gustav hanno pesato molto sul colosso della riassicurazione comportando un onere di 365 milioni di dollari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Generali, la compagnia del green

Il futuro di Sergio Ermotti non sarà in banca

Nuova sfida per Ermotti: dopo Ubs tocca a Swiss Re

NEWSLETTER
Iscriviti
X