Utile dimezzato per BNP Paribas

A
A
A
di Redazione 5 Novembre 2008 | 09:15
Il gruppo francese ha registrato un calo dell’utile pari a -55% rispetto allo stesso perido dell’anno precedente, facendo anche peggio delle previsioni degli analisti. A pesari sul dato sono state le svalutazioni sugli asset e i titoli legati ai default di Lehman Brothers e dell’Islanda.

BNP Paribas nel terzo trimestre ha realizzato un utile netto di 901 milioni di euro, in calo del 55% rispetto ai 2 miliardi di euro del periodo precedente, battendo la previsione di 1,27 miliardi attesa dagli analisti.

Analizzando la più importanti voci di bilancio, il margine d’intermediazione è ammontato a quota 7,61 miliardi, in flessione dell’1% rispetto ai 7,75 dello stesso periodo dell’anno precedente, mentre il risultato lordo di gestione ha registrato una flessione 2,2% scendendo a 2,97 miliardi, rispetto ai 3, 05 dell’anno precedente.

L’impatto della crisi sul costo del rischio ha evidenziato un fortissimo aumento passando da 115 milioni del 2007 a 1,19 miliardi di euro a causa delle svalutazioni sugli asset e per i default di Lehman Brothers e dell’Islanda.

Il margine d’intermediazione si è attestato a quota 22,5 miliardi, segando un -6,6% rispetto ai precedenti 24 miliardi, mentre il rapporto di cost/income, pari al 62,6%, è aumentoto di 4,2 punti rispetto ai nove primi mesi del 2007.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti