Utili in calo per AXA, ma migliori delle attese

A
A
A
di Redazione 6 Novembre 2008 | 09:02
Nei primi nove mesi del 2008 la società guidata dal presidente esecutivo, Henri De Castries, ha registrato ricavi in calo del 3%, ma migliori delle attese degli analisti. La compagnia francese ha comunque affermato di avere fiducia nella propria capacità di affrontare la crisi finanziaria.

Il gruppo francese AXA ha chiuso i primi nove mesi del 2008 con ricavi in calo del 3,1% a 69,45 miliardi di euro dai precedenti 71,65 miliardi, ma sono stati superiori ai 68,93 miliardi attesi dagli analisti.

La nuova produzione Vita in termini di APE è scesa a 5,16 miliardi, registrando un calo del 7,8% a dai 5,6 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente. I ricavi del ramo Danni sono saliti del 3% a quota 20 miliardi, mentre quelli nell’asset management sono calati del 7% a 3 miliardi. Nel solo terzo trimestre il declino dei ricavi e’ del 3,4% a 20,14 mld, leggermente sotto le attese del mercato.

La compagnia guidata dal presidente esecutivo, Henri De Castries, ha fiducia nella propria capacità di affrontare la crisi finanziaria e si attende di venirne fuori più forte e meglio posizionata.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Nuove nomine in Axa Italia

Generali, la compagnia del green

Generali, rilevati asset da Axa. Rafforzamento in Malesia

NEWSLETTER
Iscriviti
X