Private Banking – fly to quality

A
A
A
di Marco Mairate 25 Novembre 2008 | 15:15
I fondi liquidità stanno gradualmente riducendo l’esposizione verso gli asset rischiosi così come richiesto dai clienti che non vogliono incorrere in perdite ‘fortuite’. Secondo quanto comunicato dall’agenzia Fitch & Co. l’esposizione dei fondi verso ABS è crollata dal 27 al 9% del patrimonio. in calo anche l’allocazione verso commercial paper, strumenti utilizzati dalle aziende per finanziarie i bisogni di cash di breve periodo: in questo caso l’allocazione verso gli strumenti è scesa dal 51 al 37%.

Una tale riduzione degli asset ‘rischiosi’ è dovuta alla valanga di riscatti che anno interessato il comparto, dopo che nei mesi scorsi il fondo statunitense Reserve Primary Fund, ‘bucò il dollaro a causa di alcuni investimenti in obbligazioni Lehman Brothers.

Sempre secondo Fitch, il 40% dei fondi liquidità ha riscontrato una contrazione del patrimonio gestito di circa il 20%. Per recuperare posizioni, i fondi allora hanno cominciato ad investire in strumenti di debito governativi di breve termie  e qualche obbligazione corporate di altissima qualità: il che si è tradotto in una maturity media dei prodotti su cui investono i fondi passata da 100 a 50 giorni; gli asset con una maturità superiore ai tre mesi rappresentano ormai il 10% del portafoglio contro il 45-30% dello scorso anno. L’agenzia ha consigliato ai fondi di diversificare il più possibile gli investimenti e utilizzare strumenti di breve scadenza in modo da far fronte alle richieste di riscatti.

IL MERCATO ITALIANO

Anche nel mercato italiano I fondi liquidità hanno perso terreno negli ultimi mesi. Secondo i dati di Assogestioni i fondi di liquidità hanno registrato riscatti per 2,7 miliardi di euro in ottobre che si aggiungono a 1,142 miliardi di euro di riscatti di settembre. Dall’inizio dell’anno la categoria ha visto il patrimonio calare di 7,978 miliardi di euro per un totale di 89,269 miliardi di euro (pari al 20,4% del patrimonio totale dei fondi di diritto italiano, hedge compresi).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X