Private Banking – fuga dal Regno Unito per gli HNWI

A
A
A
di Marco Mairate 25 Novembre 2008 | 15:45
I ricconi del regno unito fanno armi e bagagli e si preparano al lasciare la Vecchia Inghilterra. A far scattare le partenze la recente proposta di legge di portare le tasse sul reddito al 45% per tutti coloro che guadagnano più di 150.000 sterline l’anno. Una cifra ridicola per i grandi HNWI che popolano i quartieri chic di Londra, scelta come residenza di miliardari e finanzieri di tutto il mondo.

I primi ad andarsene diverrebbero essere proprio coloro che non sono residenti nel Regno Unito: questa categoria infatti già dallo scorso anno è sotto attacco dopo che il Tesoro annunciò una tassa spot di 30.000 sterline per tutti coloro che non volevano essere tassati sugli asset esteri secondo il regime fiscale inglese.

Una volta che le tasse sul reddito saliranno al 45% migliaia di investitori non domiciliati nel Regno Unito partiranno verso lidi più tranquilli quali Svizzera, Dubai, Hong Kong, Singapore e Stati Uniti.

Dovunque pur di pagare meno tasse. Secondo quanto riportato dai media britannici sarebbero decine di migliaia a voler lasciare l’isola, altri invece rimarranno dove sono cercando di risparmiare la maggior pressione fiscale investendo in fondi pensione e trust.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X