Fineco porta a casa il miglior trimestre dell’anno

A
A
A
di Marco Muffato 8 Novembre 2016 | 15:05
Il cda della banca multicanale ha approvato i risultati al 30 settembre. In forte crescita l’utile, in aumento ricavi e il totale degli asset finanziari. Foti a Bluerating.com annuncia che nel 2017 si accelererà sulla cyborg advisory e dice la sua sul tema acquisizioni.

DATI IN AUMENTO – Il Cda di FinecoBank ha approvato i risultati al 30 settembre 2016. Risultati che spingono Alessandro Foti (nella foto), amministratore delegato e d.g. della banca multicanale del gruppo Unicredit, a dichiarare nel comunicato ufficiale che: “I primi nove mesi del 2016 si chiudono con risultati record e in particolare con il miglior trimestre dell’anno, escludendo i contributi sistemici. Sono dati che ancora una volta confermano un modello di business molto equilibrato e diversificato, in grado di produrre risultati solidi e sostenibili e al contempo di soddisfare le necessità finanziarie della clientela a tutto tondo”. Ed eccoli i risultati: utile netto a quota 162,4 milioni di euro (+9,1% anno su anno), i ricavi totali salgono a 420,7 milioni (+3,3,%), i Total financial assets al 30 settembre 2016 si attestano a 57,6 miliardi di euro, in crescita del 4% rispetto a fine 2015 grazie alla raccolta netta dei primi nove mesi dell’anno pari a 3,6 miliardi di euro e nonostante l’effetto mercato negativo pari -1,3 miliardi di euro tutti riconducibili al risparmio amministrato. A conferma del continuo miglioramento della qualità della raccolta, si evidenzia la crescita dei “Guided products & services” (un indicatore in uso in casa Fineco che attiene ai servizi di consulenza evoluta compresa la cyborg advisory) le soluzioni che continuano ad aumentare la loro incidenza percentuale sui Tfa, passando dal 21% al 31 dicembre 2015 al 26% al 30 settembre 2016, e sul risparmio gestito, passando dal 45% al 31 dicembre 2015 al 54% al 30 settembre 2016. In particolare i Tfa riferibili alla clientela nel segmento private banking, ossia con asset superiori a 500.000 euro, si attesta a 20,9 miliardi di euro, in rialzo del 3,2% da inizio anno e del 12,3% anno su anno. Al 30 settembre 2016 la rete dei consulenti finanziari è composta da 2.626 professionisti (2.622 unità a fine 2015) distribuiti sul territorio con 353 negozi finanziari (Fineco Center). Nei primi nove mesi del 2016 sono stati acquisiti circa 81.900 nuovi clienti, portando il numero dei clienti totali a 1.101.500, in crescita del 7% rispetto a settembre 2015.

OTTOBRE POSITIVO – Foti si dichiara contento anche dei risultati conseguiti a ottobre. “Anche sul fronte della raccolta il mese di ottobre registra risultati particolarmente positivi, a ulteriore testimonianza del crescente interesse della clientela verso soluzioni di consulenza evoluta nonché dell’efficacia del modello di cyborg advisory adottato da Fineco che prevede la massima esaltazione dei professionisti nella relazione con il cliente grazie al supporto di una tecnologia all’avanguardia.” La raccolta netta da gennaio e ottobre è stata di 3,9 milioni di euro (di cui 353 milioni nel mese) anche se diminuita del -4% anno su anno, la raccolta netta in Guided products è di 3,3 milioni di euro (di cui 416 nel mese) il che equivale a un +20% a/a. Sempre i Guided products sono pari al 55% dello stock di asset under management, i clienti sono saliti a 1.107.300 per un +7% a/a (e i nuovi clienti del 2016 sono stati 91.300).

LE DICHIARAZIONI DI FOTI A BLUERATING.COM
– Abbiamo raccolto ulteriori commenti da Foti che si è ronunciato su strategie e sui rumors di mercato che hanno coinvolto recentemente Fineco. “Sono particolarmente contento della crescita dei Guided products & services perché offre una chiara idea della qualità del lavoro svolto dai nostri consulenti. Il peso dell’attività del reclutamento sulla nostra attività di raccolta? Importante per migliorare i risultati, ma alla fine non arriverà a incidere più del 5-10% sulla raccolta totale. Il 90% e oltre è garantito dalla crescita organica realizzata attraverso cioè la nostra rete di consulenti e la banca stessa. I piani per il prossimo anno? Daremo una grande accelerata alle soluzioni di Cyborg Advisory con l’obiettivo di aumentare la nostra quota nel risparmio gestito (pari a circa il 50% sul patrimonio totale. N.d.g.). Ci tengo a sottolineare che la Cyborg Advisory non ha nulla a che fare con la Robot Advisory perché non può prescindere dalla presenza del consulente finanziario”. Fineco sarà cacciatore o preda nel risiko delle reti? “Davvero non so cosa possa succedere nel sistema delle reti e in quello bancario, la situazione è molto fluida. Posso solo dire che la nostra strategia è centrata sulla crescita organica e non per linee esterne tramite acquisizioni”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bonus ai consulenti, i magnifici 10 di Fineco

Fineco sfiora i 6 miliardi

Consulenti Fineco, quanti clienti in condivisione

NEWSLETTER
Iscriviti
X