Assoreti, nuovo record per il patrimonio

A
A
A
di Andrea Telara 10 Novembre 2016 | 07:45
A fine settembre il valore complessivo dei prodotti finanziari distribuiti dalle reti di consulenza finanziaria supera i 451 miliardi di euro. Gestito a 330 miliardi circa, amministrato sopra i 120 miliardi.

NUOVO RECORD – Ancora in crescita il patrimonio gestito dalle reti della consulenza finanziaria. A fine settembre, la rilevazione effettuata dall’associazione di categoria Assoreti evidenzia una valorizzazione complessiva pari a 451miliardi di euro per i prodotti finanziari e dei servizi di investimento distribuiti dagli intermediari associati, tramite l’attività dei propri consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. L’aumento congiunturale delle masse (+2,9%) determina, pertanto, il raggiungimento di un nuovo massimo storico, con dinamiche di crescita che coinvolgono principalmente il risparmio gestito (+3,8%) e, in maniera più contenuta, la componente amministrata del patrimonio (+0,6%).

CRESCITA SU TUTTI I FRONTI – La valorizzazione degli Oicr (organismi collettivi di gestione del risparmio) sottoscritti direttamente ammonta a 157,7 miliardi di euro, in rialzo rispetto al trimestre precedente sia in termini assoluti (+3,7%) sia in termini di incidenza sul portafoglio totale (35%). Gli Oicr esteri, con 139,8 miliardi di euro, segnano un incremento congiunturale del 4,1% e rappresentano l’88,7% delle masse investite direttamente in gestioni collettive, mentre i fondi comuni di diritto italiano aumentano dell’1,2%, con una valorizzazione complessiva pari a 17,1 miliardi di euro. I prodotti assicurativi e previdenziali registrano un rialzo congiunturale del 3,8%, con masse pari a 120,8 miliardi di euro e un’incidenza nel portafoglio totale che sale al 26,8%: la valorizzazione delle polizze unit linked raggiunge i 73 miliardi di euro (+4,3%), mentre quella delle polizze vita tradizionali si attesta sui 37,4 miliardi (+2,9%). Le gestioni patrimoniali individuali, con 50,5 miliardi di euro, aumentano del 4,1% rispetto a fine giugno: Gpf (+4,6%) e Gpm (+3,9%) registrano tassi di crescita superiori a quanto riscontrato per l’intero comparto del risparmio gestito.

AMMINISTRATO IN CALO – A fine settembre, pertanto, il contributo complessivo delle reti al settore degli Oicr aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, è quantificabile in termini patrimoniali in 256,9 miliardi di euro, ovvero il 29,4% del patrimonio totale investito in fondi (patrimonio gestito pari a 874,8 miliardi di euro – dato provvisorio). Nel comparto del risparmio amministrato, cresce ancora il saldo complessivo dei conti correnti e dei depositi, seppure con dinamiche più contenute: l’apporto di liquidità registrato nel corso trimestre porta la valorizzazione delle posizioni a 60,1 miliardi di euro (+2%), pari al 13,3% del portafoglio totale. Continua, invece, la fase di contrazione della componente titoli in regime amministrato (-0,8%), il cui valore si attesta sui 62,0 miliardi di euro, con una incidenza in calo al 13,7%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Assoreti, la raccolta è sempre più bella

Assoreti: nella relazione 2020 la sintesi di un anno eccezionale

New Generation Plan, il resoconto dell’evento Assoreti

NEWSLETTER
Iscriviti
X