Ocf nomina Conti Nibali vice presidente

A
A
A
di Marco Muffato 10 Novembre 2016 | 14:49
L’assemblea dell’Organismo, riunita stamattina a Roma, ha nominato oltre al due volte ex presidente Anasf e già vice presidente Apf anche tre consiglieri di pertinenza dei consulenti finanziari. Gli esponenti erano stati designati lo scorso 12 ottobre nel Consiglio nazionale dell’associazione presieduta da Maurizio Bufi.

BOARD CHE CAMBIA – L’assemblea dell’Ocf, l’Organismo per la tenuta dell’Albo dei consulenti finanziari presieduto da Carla Rabitti Bedogni, riunita stamattina a Roma ha nominato Elio Conti Nibali (Fideuram) vice presidente (nella foto) nonchè Alberto Forti (Banca Generali), Nakhla Naama Pattaro (Allianz Bank) e Lorenzo Pillitteri (Banca Mediolanum) quali consiglieri in quota Anasf in sostituzione degli uscenti Roberto Di Lillo, Gianfranco Galati e Francesco Priore. I tre neo-consiglieri si aggiungono al riconfermato Guido Rispoli (Azimut). I nomi del vice presidente in quota Anasf (l’altro è il segretario generale di Assoreti Marco Tofanelli, in quota agli intermediari) e dei consiglieri erano emersi nel corso del Consiglio nazionale dell’associazione di categoria presieduta da Maurizio BufI come rivelato da Bluerating.com (leggi qui). Per Conti Nibali, già due volte presidente di Anasf, si tratta di un ritorno nel ruolo visto che fu vice presidente di Apf (Organismo per la tenuta dell’Albo dei promotori finanziari) dal 2011 al 2013 sotto la presidente Giovanna Gurgiola Trazza.

IL COMMIATO DI PRIORE. La tornata di nomine segna anche l’uscita di scena dall’Ocf di Francesco Priore. Già presidente Anasf, Priore è stato uno degli ispiratori dell’Albo Consob dei promotori finanziari nel 1990 e ha partecipato attivamente alla progettazione e realizzazione di Apf per poi seguirne, sempre come consigliere, il passaggio a Ocf. Priore ha voluto formulare tramite il nostro sito l’augurio al nuovo Organismo “di mantenere la consapevolezza che la decisioni e gli indirizzi che saranno presi dovranno essere sempre rispettosi innanzi tutto dei risparmiatori. Se tuteleremo i loro interessi realizzeremo un mercato virtuoso. Questa motivazione indusse il legislatore nel 1990 a istituire l’Albo e tuttora penso che resti la stella polare di una navigazione che non è mai facile”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Anasf, tempo di votazioni ai congressi territoriali

Consulenti, ripartono in presenza i seminari Anasf

Consulenti, al via l’esonero contributivo Inps

NEWSLETTER
Iscriviti
X