Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con i reclami

A
A
A
di Chiara Merico 17 Novembre 2016 | 11:12
La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito del patto di famiglia, era quella contraddistinta dalla lettera C.

RISPOSTA “C” – La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito del patto di famiglia, era quella contraddistinta dalla lettera C. La riproponiamo qui di seguito.

Si consideri un patto di famiglia avente ad oggetto il trasferimento di quote sociali. Quale imposizione diretta viene applicata?

A: Nessuna delle alternative è corretta
B: Imposizione IRES in capo al beneficiario
C: Nessuna, la cessione a titolo di liberalità di partecipazioni non costituisce fattispecie imponibile in capo alla persona fisica disponente né configura reddito imponibile per il beneficiario
D: Imposizione IRES in capo al disponente

NUOVO QUESITO – La domanda di oggi nell’ambito della nostra training class dedicata alla formazione dei consulenti finanziari riguarda i reclami. Mettetevi alla prova e tornate domani a verificare la risposta.

Secondo l’art. 95 della delibera Consob 16190, quando il reclamo contro un provvedimento adottato dall’Organismo di vigilanza e tenuta dell’albo unico dei consulenti finanziari non sia manifestamente infondato, la Consob:

A: comunica all’interessato che l’avvio dell’esame delle circostanze oggetto del reclamo potrebbe condurre a una sua sospensione cautelare
B: comunica all’Organismo che entro il termine di 30 giorni deve riformulare il provvedimento adottato
C: rimanda all’Organismo il provvedimento adottato chiedendo di rivederne gli estremi
D: comunica all’interessato e all’Organismo l’avvio dell’esame delle circostanze oggetto del reclamo

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X