Promotori Finanziari – Tradiva i suoi clienti per una banca concorrente

A
A
A
Avatar di Redazione 17 Dicembre 2008 | 08:15
Un altro promotore è costretto a salutare l’albo. In questo caso il “professionista” traghettava, in maniera del tutto fraudolenta, i danari dei suoi clienti su un conto corrente aperto presso una banca concorrente.

Con la delibera 16672 Consob ha comunicato d’aver radiato e cancellato Loredana Taviano dall’albo unico nazionale dei promotori finanziari.
Viste le note di Sanpaolo Invest SIM e di Banca Fideuram, con le quali sono state segnalate alla Consob gravi irregolarità poste in essere della Taviano nello svolgimento della propria attività professionale  e considerato che, tra la documentazione acquisita agli atti del procedimento, è stata trasmessa copia della dichiarazione, con la quale il promotore ha ammesso di avere apposto la firma di una cliente sui moduli di richiesta di emissione di assegni circolari, di avere acquisito ed utilizzato i codici di accesso telematico ai rapporti bancari di pertinenza dei clienti e di avere disposto, rispetto a quest’ultimo, bonifici on line a favore di un conto corrente presso Banca Fineco e, sempre tenuto conto, che secondo quanto riferito da Banca Fideuram, sono stati disposti on line a favore dell’anzidetto conto corrente alcuni bonifici per un importo complessivo pari a circa 15.800 euro, Consob ha deciso di radiare il promotore perché relativamente ai fatti, gli illeciti ascritti “risultano documentalmente comprovati dalle copiose evidenze istruttorie, tra le quali l’esplicita ammissione dei fatti resa dall’interessata; né le difese da questa articolate nel corso del procedimento, peraltro del tutto sfornite di qualsivoglia riscontro probatorio, sono idonee ad elidere l’antigiuridicità di quanto accertato ovvero a fornirne una differente qualificazione”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X