Basilea 4, slittano le nuove regole

A
A
A
di Chiara Merico 4 Gennaio 2017 | 10:18
Secondo la Federazione bancaria europea, le nuove norme potrebbero comportare ulteriori ricapitalizzazioni per circa 850 miliardi di euro.

IL RINVIO – Basilea 4 slitta a data da destinarsi.  L’incontro per il completamento delle regole sui requisiti di capitale delle banche predisposte dal Comitato per la supervisione bancaria era previsto per il 7 e 8  gennaio prossimi, ma una nota del Ghos, il gruppo dei banchieri centrali e dei responsabili della supervisione, fa sapere che
per “calibrare la struttura finale” della riforma della regolamentazione post crisi “serve più tempo” e, dunque, il
vertice è stato posticipato a un “prossimo futuro”. Nello stesso comunicato, il presidente della Bce, Mario
Draghi, che è anche numero uno del Ghos, sottolinea che “completare Basilea 3 e’ un passo importante per ripristinare la fiducia nei coefficienti patrimoniali ponderati per il  rischio delle banche”. Stefan Ingves, presidente del Comitato di Basilea e governatore della banca centrale svedese, assicura inoltre che “il Comitato continuerà a lavorare per finalizzare le riforme con l’obiettivo di aggiustare le carenze messe in luce dalla crisi finanziaria e rendere le banche più sicure e resistenti”.
LE OBIEZIONI – Proprio dal sistema bancario vengono tuttavia le maggiori critiche al nuovo pacchetto di riforme, meglio conosciuto come Basilea 4. In particolare, una delle obiezioni riguarda la revisione dei modelli di rating interni per calcolare la rischiosità degli  attivi. Secondo la Federazione bancaria europea, le nuove regole potrebbero comportare ulteriori ricapitalizzazioni per circa 850 miliardi di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X