Good bank, Ubi sempre più vicina

A
A
A
di Chiara Merico 10 Gennaio 2017 | 11:44
Alle 18 di ieri, il termine indicato dalla Direzione concorrenza della Ue, non è arrivata alcuna nuova manifestazione di interesse dai fondi di private equity che avevano partecipato alla gara annullata l’estate scorsa.

SI AVVICINA UBI – Ubi Banca è sempre più vicina a rilevare Banca Marche, Etruria e CariChieti: l’istituto, secondo quanto riferisce La Stampa, potrebbe convocare i consigli già giovedì prossimo per formalizzare l’operazione.  Alle 18 di ieri, il termine indicato dalla Direzione concorrenza della Ue, non è arrivata alcuna nuova manifestazione di interesse dai fondi di private equity che avevano partecipato alla gara annullata l’estate scorsa. A questo punto nulla osta all’acquisizione da parte di Ubi, che nei prossimi giorni formalizzerà la sua offerta.

LA RISTRUTTURAZIONE – Nell’operazione entrerà anche la cessione da parte delle tre banche di 2,2 miliardi tra sofferenze (1,7 miliardi) e incagli (500 milioni) con la partecipazione del fondo Atlante. La carenza di capitale che scaturirà dalla cessione di sofferenza sarà colmata dal Fondo interbancario. A carico del fondo finiranno anche una parte dei costi di ristrutturazione: circa 170 milioni di euro totali, tra gestione degli esuberi e chiusure di filiali. Di questi, almeno 130 milioni saranno spesati nell’esercizio appena chiuso, a carico del Fondo. Gli esuberi in una prima fase sono stati individuati in 900 sui 4700 dipendenti totali dei tre istituti: ma la cifra totale potrebbe salire.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X