Promotori Finanziari – Non tutti mandano le gpf in soffitta

A
A
A
di Redazione 24 Dicembre 2008 | 10:44
In una intervista di qualche mese fa Ennio Doris, presidente di Banca Mediolanum, ha sostenuto l’impraticabilità della gestione patrimoniale in fondi. Non tutte le reti sembrano accettare, tuttavia, questa impostazione.

Negli ultimi mesi sembra che le reti, per rispondere alle direttive contenute nella MiFID, abbiano adottato la soluzione di mandare in soffitta le gpf. In ogni caso per alcune realtà, questo piano, è sembrato quantomeno sbrigativo, se si considera che per molti anni questi strumenti sono stati utilizzati con grande vigore.

Tra le realtà che proseguono a credere nelle gestioni patrimoniali solo quattro reti riescono, tuttavia, a segnare una raccolta positiva. Si tratta nel dettaglio di Banca BSI Italia che a novembre ha realizzato una raccolta sulle gpf pari a 44,71 milioni, di Banca Network Investimenti (+11,99 milioni), UBI Banca Private Investments (+2,62 milioni) e Alto Adige Banca (+983mila euro)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X