La rivoluzione di Millennium: la titolarità del portafoglio ai cf

A
A
A
Marco Muffato di Marco Muffato 17 Gennaio 2017 | 08:30
La sim genovese lancia il ‘Manifesto dei valori’ dove si impegna a non attuare azioni di retention verso la clientela dei cf in uscita. Il documento diventerà parte integrante del contratto che lega i professionisti alla società. Bluerating.com propone ai cf un sondaggio sul tema.

FINE DI UN TABU’ – Parte la rivoluzione di Millennium Sim con il suo ‘Manifesto dei Valori’ che contiene una nuova concezione della relazione tra società mandante e consulenti finanziari e che diventa parte integrante del contratto che lega i consulenti finanziari alla sim. Millennium così infrange un tabù storico del settore della ex promozione finanziaria riconoscendo ai propri consulenti finanziari la titolarità del portafoglio clienti.  Il ‘Manifesto dei Valori’ spiega infatti che “Consapevoli che tra cliente e consulente esiste una relazione fiduciaria spesso pluriennale, e che quasi sempre questo legame prevale rispetto al rapporto tra cliente e azienda, qualora il consulente decida di lasciare Millennium Sim ha diritto a che: nessuna azione di retention venga messa in atto dall’azienda, direttamente o per il tramite di altri consulenti verso la clientela del consulente uscente. 
Nessun preavviso debba essere svolto, né indennità̀ sostitutiva corrisposta all’azienda”.

UNA SOLA INFORMATIVA AI CLIENTI – Ottemperando agli obblighi previsti per legge,Marcello Agnello - orizzontale Millennium Sim invia una sola comunicazione ai clienti informandoli della cessazione del rapporto con il consulente, astenendosi da qualsiasi altra condotta o iniziativa che non sia espressamente richiesta dai clienti stessi. Millennium Sim inoltre, si legge nel documento, “considera superate le pratiche di retention verso la clientela e di preavviso verso il consulente; in ogni caso le ritiene estranee allo stile aziendale e non all’altezza del rapporto professionale avuto, che in quel momento termina”.

MUTUO SOCCORSO TRA CONSULENTI – Millennium Sim va anche oltre istituendo una “Unità Operativa Interna” alla quale il consulente può̀ rivolgersi in caso di improvvise necessità determinate da gravi problemi di salute, famigliari o personali.“Tale intervento”, si legge nel ‘Manifesto dei Valori’ della sim genovese, “a supporto del consulente che ne facesse richiesta, contempla tutte le attività̀ tipiche di ordinaria e/o straordinaria assistenza della clientela nel tempo, affinché nessuna delle parti abbia danno o anche solo disagio alcuno. La durata prevista è di sei mesi, salvo diversa valutazione, e non comporta alcun costo per il consulente che mantiene anche il pieno riconoscimento del fatturato generato dai suoi clienti durante questo arco temporale”.

IL COMMENTO DELLA SOCIETA’ – “Come società e come gruppo bancario Invest Banca, a cui Millennium appartiene al 100%”, spiega Marcello Agnello (nella foto in alto a destra) della direzione commerciale di Millennium sim, “ci stiamo preparando e organizzando per le prossime sfide normative e di mercato; dall’anno scorso abbiamo lanciato il servizio di consulenza a parcella indipendente, già Mifid II compliant, e altre cose le stiamo studiando. Le sinergie che come gruppo bancario, snello, innovativo e tecnologico, possiamo creare sono un valore aggiunto tangibile per chi volesse evolvere nell’attività diventando un professionista della consulenza, riconosciuto come tale e pagato dai propri clienti”.

IL SONDAGGIO DI BLUERATING.COM. Vista l’importanza del tema della titolarità del portafoglio clienti Bluerating.com ha deciso di dedicare un sondaggio di opinione destinato i suoi lettori. Eccolo.

[poll id=”2″]

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bufera su Invest Banca

Invest Banca e Selectra, accordo per quattro fondi

Invest Banca distribuirà quattro comparti di Selectra

NEWSLETTER
Iscriviti
X