La video arte di Bill Viola

A
A
A
di Stefano Porrone 30 Dicembre 2008 | 16:30
Bill Viola (1951) è un artista relativamente poco conosciuto in Italia ma in tutto il mondo è tra i più apprezzati video artisti internazionali e la sua attività espositiva è intensissima. Fino al 6 Gennaio 2009, il rinnovato Palazzo delle esposizioni di Roma gli dedica una rassegna completa fatta di installazioni, videotape e video ad alta risoluzione scanditi dalla musica elettronica.

Pioniere della video arte, Bill Viola ha svolto un ruolo fondamentale per la consacrazione di questo genere come forma massimamente vitale all’interno del panorama della creazione contemporanea e ha contribuito in maniera determinante al suo sviluppo in termini di tecnologia adottata e contenuti.

L’arte di Viola trova una sua definizione in spirituale: spirituale come l’essezialità figurativa, spirituale come essenzialityà musicale eessenzialità dei gesti del colore e della luce, il tutto si trasforma in immagini nate da una profonda elaborazione mentale a cui si aggiunge una notevolissima conoscenza dei mezzi tecnici. I temi prescelti sono fondamentali; la vita e la morte, ma anche la stanza dove si svolge tutta una vita oppure le mani ma in tutte la religione è sempre presente, trascende ed è di immediata percezione. Essendo video, per definizione immagini in movimento, nella gran parte dei casi lento, l’osservatore deve guardare con attenzione ogni singolo fotogramma lasciandosi trasportare dalla musica,  mai banale, scelta con attenzione dall’artista . I video si trasformano quindi in arte dove il tempo sospeso deve essere lentamente metabolizzato prima d’essere compreso nella sua interezza.

La mostra presenta una selezione di opere che comprende esempi differenziati delle sue ricerche artistiche recenti: installazioni in grande formato tra le più celebri e spettacolari (The Crossing, The Veiling), rivisitazioni video di icone della storia dell’arte (The Greeting, Emergence), immagini su schermo piatto con cui – attraverso sequenze rallentate e silenziose di prodigiosa espressività – l’artista si concentra sul mistero delle emozioni umane (Dolorosa, Anima, Silent Mountain, The Locked Garden).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Arte da condividere

Eredità di valori

Maastricht: Per 10 giorni capitale mondiale dell’arte

NEWSLETTER
Iscriviti
X