Promotori Finanziari – PF non si pente e viene punito

A
A
A
di Redazione 2 Gennaio 2009 | 08:40
Con la delibera 16662 Consob ha revocato la delibera 15656 nella parte in cui disponeva la cancellazione di Franco Bonazza dall’albo unico nazionale dei promotori finanziari e contestualmente ha reiscritto, radiato e cancellato il promotore dal relativo albo.

E’ infatti emerso che il promotore ha inviato a un cliente documenti contenenti valorizzazioni contabili non corrispondenti al vero; acquisito somme di pertinenza di un cliente derivanti da disinvestimenti di quote di fondi comuni, disconosciuti dal cliente; proposto a due investitori impieghi in prodotti finanziari la cui documentazione contrattuale non è mai stata trasmessa all’intermediario e, inoltre, ha acquisito le somme messe a disposizione per tali investimenti direttamente o mediante distrazione a favore di terzi.

Riguardo a quest’ultimo punto il promotore ha acquisito la disponibilità di valori di pertinenza da tre clienti per un importo pari a oltre 160.000 euro, simulando operazioni di investimento e omettendo di trasmettere alla Zurich SIM gli ordini d’investimento sottoscritti o consegnando rendicontazione falsa, relativa ad un investimento inesistente.

Secondo la Commissione la condotta complessivamente accertata del promotore, preordinata all’illecita appropriazione di somme di pertinenza della clientela, è stata posta in essere reiteratamente e ha comportato la sottrazione di somme di importo rilevante. Inoltre non risulta che l’interessato abbia restituito quanto indebitamente acquisito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X