Promotori Finanziari – 11 mesi di tempo per saltare il fosso

A
A
A
di Redazione 9 Gennaio 2009 | 08:20
Hanno tempo 11 mesi, poi saranno costretti a sottoporsi di nuovo all’esame.Stiamo parlando ovviamente dei promotori finanziari che vogliono intraprendere la professione di consulente indipendente a parcella.

Analizzando nel dettaglio i requisiti stabiliti per l’accesso all’albo dei consulenti finanziari, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24 dicembre scorso, veniamo a conoscenza che i promotori finanziari e i quadri bancari saranno esonerati dalla prova valutativa a condizione che l’iscrizione sia richiesta entro il 1 novembre 2009 e siano iscritti, nei tre precedenti la richiesta, al relativo albo per uno o più periodi di tempo pari a due anni e abbiano inoltre esercitato la propria attività per conto di soggetti abilitati.

Saranno esonerati dalla prova abilitativa i quadri direttivi di 3 e 4 livello di soggetti abilitati che, per uno o più periodi di tempo pari a due anni nei tre precedenti la richiesta di iscrizione, siano stati addetti ad uno dei servizi di investimenti previsti dal TUF o al settore della commercializzazione di prodotti finanziari.

In ogni caso bisogna ricordare che i promotori e bancari dovranno ovviamente dimettersi dalla loro attuale attività, e produrre la documentazione attestante l’esercizio dell’attività professionale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X