L’Eba propone una bad bank europea

A
A
A

L’authority bancaria europealancia l’idea di creare una società veicolo per gestire i crediti sofferenti nel Vecchio Continente.

Andrea Telara di Andrea Telara31 gennaio 2017 | 09:36

ANCORA DI SALVEZZA – Una società di asset management paneuropea per gestire le sofferenze bancarie. E’ la proposta che arriva  dall’Eba, l’authority continentale che vigila sul settore del credito. I prestiti sofferenti in Europa (non performing loan-npl) rappresentano un aggregato di mille miliardi di euro, che stanno mettendo a dura prova il sistema bancario di diversi paesi, in primis l’Italia. A lanciare l’idea, secondo quanto riporta il Sole24Ore, è stato Andrea Enria, presidente dell’Eba, assieme al tedesco Klaus Regling, n. 1dell’European Stability Mechanism (Esm), cioè l’ex-fondo salva-stati, durante un convegno organizzato ieri in Lussemburgo. Per Enria la creazione di una bad bank europea è un progetto praticabile e urgentemente necessario.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

La rete del Credem perde altri tre pezzi in Calabria

Dopo l’addio del regional manager della Campania, ulteriori defezioni al Sud, con un regional mana ...

Avviso della Consob: occhio agli abusivi

Altra segnalazione dell’aurthority contro società che offrono servizi finanziari senza autorizzaz ...

Caccia grossa a 2000 consulenti

Banche e reti scatenate nel reclutamento. Ecco i numeri società per società ...