L’Eba propone una bad bank europea

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 31 Gennaio 2017 | 09:36
L’authority bancaria europealancia l’idea di creare una società veicolo per gestire i crediti sofferenti nel Vecchio Continente.

ANCORA DI SALVEZZA – Una società di asset management paneuropea per gestire le sofferenze bancarie. E’ la proposta che arriva  dall’Eba, l’authority continentale che vigila sul settore del credito. I prestiti sofferenti in Europa (non performing loan-npl) rappresentano un aggregato di mille miliardi di euro, che stanno mettendo a dura prova il sistema bancario di diversi paesi, in primis l’Italia. A lanciare l’idea, secondo quanto riporta il Sole24Ore, è stato Andrea Enria, presidente dell’Eba, assieme al tedesco Klaus Regling, n. 1dell’European Stability Mechanism (Esm), cioè l’ex-fondo salva-stati, durante un convegno organizzato ieri in Lussemburgo. Per Enria la creazione di una bad bank europea è un progetto praticabile e urgentemente necessario.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

L’italiano Enria guiderà la Vigilanza bancaria europea

Vigilanza Bce, Enria in lizza per sostituire la Nouy

NEWSLETTER
Iscriviti
X